Rieti, gli appuntamenti della domenica in città e in tutto il Reatino

Melania Mazzucco (foto d'Archivio)
5 Minuti di Lettura
Domenica 24 Ottobre 2021, 00:10

RIETI - Gli appuntamenti della domenica in tutto il Reatino.

Il fine settimana di “Sabina in Prima Fila - Il Cinema dove non c’è” è caratterizzato dall’apertura della rassegna di Salisano: da oggi, e per quattro settimane, il teatro Comunale si accenderà alle 17 con proiezioni di prima visione rivolte a un vasto pubblico. Si comincia oggi, con una delle rivelazioni dello scorso anno, “I predatori”, commedia d’esordio di Pietro Castellitto. Domenica 31 ottobre, il film d’animazione candidato all’Oscar “Mister Link”, mentre il 7 novembre un film con Keira Knightley, “Il concorso”. Domenica 14 novembre, la versione 2021 di un classico per famiglie, “Lassie torna a casa”. Al teatro “Ignazio Gennari” di Casperia, intanto, si conclude la programmazione cinematografica che ha fatto registrare il tutto esaurito: per i ragazzi, ma non soltanto per loro, oggi alle 17, “Lassie torna a casa”.

Nel 2020 si svolse tutto online, dalle presentazioni alle premiazioni, «ma oggi, guardando indietro, possiamo dire che un’edizione così inconsueta ha aiutato le persone ad avvicinarsi ancora di più alla nostra manifestazione», racconta Roberta Giovannetti, ideatrice di “Giallo al Centro”, festival di letteratura gialla e noir nato nel 2017 e che, tra oggi e martedì, si prepara a tagliare il traguardo del suo quinto appuntamento senza mai un’interruzione. Semmai una crescita, lenta e costante, che intorno al festival - curato dall’Associazione culturale Macondo - ha portato a riunirsi coloro che, tra gli scrittori finalisti e poi, spesso, vincitori, hanno individuato nell’appuntamento reatino il tassello mancante degli eventi letterari del centro Italia. Il primo incontro in presenza è in programma per oggi alle 18, nella Sala Mostre del Comune di Rieti, la presenza di Francesca Serafini, Premio Opera Prima con “Tre madri” (La Nave di Teseo) accompagnerà la presenza dei finalisti dell’edizione 2021: Diego Collaveri con “Fango” (La Corte Editore), Chicca Maralfa con “Il segreto di Mr. Willer” (Les Flâneurs Edizioni) e Carmine Mari con “Hotel d’Angleterre” (Marlin Editore). Ultimo appuntamento in Sala Mostre martedì 26 ottobre alle 18.30, quando la casa editrice reatina “Puntidivista” presenterà la collana “Diritti e attenti”, sei storie nate da un’idea di Angela Mazzia e Alessandra Tilli per raccontare ai bambini la convenzione dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Tutti gli incontri saranno in diretta anche sulla pagina ufficiale facebook di “Giallo al Centro”.

Dopo lo stop forzato a causa dell’emergenza sanitaria, torna a Rieti la rassegna “Book’s and Cocktails”, giunta alla VII edizione, o meglio, VII edizione (bis) per la stagione 2021/2022. «Leggere è uno dei possibili modi per prendersi cura di sé - ricordano gli organizzatori adottando una considerazione dello scrittore siriano Miro Silvera. - In un mondo con ritmi pressanti come il nostro, la lettura, attraverso il contatto fisico con la pagina, rappresenta un’ancora di salvezza, un momento di pausa e riflessione, che diventa occasione irrinunciabile per ascoltarsi e per (ri)scoprire se stessi». Gli incontri proposti dall’Associazione Krisalidea, in collaborazione con Le Tre Porte (nuova sede degli appuntamenti, in via della Verdura 22 a Rieti) partono da queste considerazioni per offrire uno spazio di riflessione, a partire dalle pagine di un libro (foto d’Archivio). Si parte giovedì 28 ottobre con “Lascia che ti racconti” di Jorge Bucay. Gli appuntamenti sono alle 20, il costo, comprensivo di aperitivo, è di 12 euro. Info e prenotazioni: 320/6061501, e-mail: associazionekrisalidea@gmail.com. La rassegna proseguirà fino a maggio 2022 con questi appuntamenti. 25 novembre: Che libro sei? Il libro lo scegliete voi; 20 gennaio: “L’arte di essere fragili”, di Alessandro D’Avenia; 24 febbraio: “Tre piani”, di Eshkol Nevo; 17 marzo: “Beati gli irrequieti”, di Stefano Redaelli; 21 aprile: Leggere...un viaggio che inizia da bambini; 19 maggio: special edition, in presenza delle autrici con “Donne impreviste. Storie dietro le quinte”, di Lucia Caponera, Angela Infante, Alessandra Rossi.

Torna “Sabina Libri”, la prima fiera dell’editoria dedicata al territorio, nel Lazio. Oggi a Poggio Mirteto si terrà la seconda edizione di Sabina libri, la fiera che vuole sostenere la produzione editoriale legata alla Sabina. L’evento, promosso e organizzato dall’Associazione culturale Amici del Museo di Poggio Mirteto, con il sostegno del Comune mirtense e di altre organizzazioni locali, si svolge nel borgo vecchio, in piazza Mario Dottori, dove sono allestiti gli stand delle diverse case editrici e delle istituzioni che hanno aderito all’iniziativa. Il programma prevede presentazioni delle novità editoriali di testi che hanno al centro il territorio e la storia della Sabina, che si terranno nella sala Bernardino Stefonio (ex Sala Farnese). Questa mattina verrà presentato dall’autrice Melania Mazzucco il romanzo storico “L’Architettrice” e presentata dal curatore Yuri Primarosa la mostra su Plautilla Bricci, che si terrà alla Galleria Corsini di Roma dal 5 novembre al 19 aprile 2022, dove saranno esposte anche alcune opere che Bricci ha realizzato proprio a Poggio Mirteto. Una occasione per conoscere meglio la Sabina e per uno scambio di esperienze: sia oggi che domenica ci sono infatti spazi dedicati al confronto tra i diversi attori attivi in ambito editoriale e della promozione libraria e del territorio. Ecco l’elenco delle case editrici presenti a questa seconda edizione di Sabina libri: Edizioni il lupo, Funambolo, Amarganta, Arbor Sapientiae, Edizioni Espera, Antiqua Res Edizioni, Il Formichiere editore. Presenti gli enti Fondazione Varrone, Sicbas (Sistema integrato Musei, Biblioteche e Archivi della Bassa Sabina) e Coldiretti. «Sabina libri - spiegano gli organizzatori - nasce con l’obiettivo di promuovere la nostra provincia attraverso la conoscenza delle pubblicazioni che hanno avuto al centro il territorio sabino: dalla storia dell’arte all’archeologia, dalla cucina agli itinerari sportivi e naturalistici, dai singoli artisti ai luoghi d’arte, dall’economia alle tradizioni locali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA