Volevano il Fc Rieti e invece...
Ecco dove sono finiti i potenziali
"soci" estivi del presidente Curci

Domenica 21 Luglio 2019 di Marco Ferroni
L'incontro a Rieti con Felleca e Nicastro
RIETI - «Quanto vale il Fc Rieti?». E ancora: «Mi fa studiare i bilanci?». Oppure: «Closing? Ci siamo quasi, ancora qualche giorno..». Dalla fine di maggio a tutt'oggi, tanti sono stati i personaggi che si sono avvicendati con l'intenzione - almeno apparente - di voler rilevare la società amarantoceleste o parte di essa. Dall'avvocato Palma, al duo Felleca-Nicastro, da Massimo Pulcinelli alias "mister Bricofer Italia" all'imprenditore Romano, tutti hanno tentato un "atterraggio" sul pianeta-Rieti, ma uno dopo l'altro se la sono data a gambe levate, lasciando il "pòro Curci" con un pugno di mosche in mano, a rifare i conti con il suo commercialista di fiducia (il cugino Giggi Coccia, ndr) nella speranza che qualcuno prima o poi lo affianchi. Ma oggi,a  distanza di quasi due mesi dalle prime schermaglie, tutti quei "personaggi" conosciuti da Curci, hanno trovato una nuova "famiglia calcistica". Ecco dove.

L'imprenditore italo-americano Massimo Nicastro, che ha diversificato gli investimenti da Roberto Felleca dopo l'esperienza congiunta di Como (culminata con la conquista della serie C), ha sposato il nuovo progetto calcistico di Rimini acquisendo il 30% delle quote societarie. Mentre Felleca insieme al suo fido scudiero Ninni Corda e il diesse Roberto Pruzzo, dopo aver visto sfumare l'affare-Carpi e constatato che a Rieti ormai Fabiani (per conto di Curci) gli aveva chiuso la porta a doppia mandata, si sono concentrati sulla Lucchese. «Già pronto l'assegno da 300mila euro, in settimana presentiamo le carte e cominciamo a lavorare» ha dichiarato Corda alla Nazione Lucca.

Ma prima di Nicastro e Felleca, chi ha avuto modo di (ri)salire in sella ad una società di calcio è stato l'avvocato Giuseppe Palma, che prima è diventato presidente e proprietario del Sora (Eccellenza laziale), poi contestualmente ha trovato posto anche nel cda della Casertana (serie C gir. C) come vicepresidente del club campano. Per Pulcinelli invece, prosegue l'avventura in sella all'Ascoli Picchio in serie B.

E Curci? Il presidente reatino in conferenza stampa due settimane fa ha ribadito che «a breve, anzi a brevissimo» ci saranno delle novità in merito al riassetto societario, ma ad oggi, domenica 21 luglio, ad un mese e 4 giorni dalla prima di campionato, non c'è ancora traccia di soci in giro. Si lavora sempre sulla pista Enzo De Santis: l'ex sindaco di Ponzano Romano, ora ufficialmente anche ex presidente della Valle del Tevere che ha rinunciato all'iscrizione al campionato di Eccellenza, è molto vicino ad una serie di imprenditori (edili) romani che vogliono investire su Rieti e che proprio tramite De Santis stanno ragionando con Curci sul da farsi. Ma con un mercato che ancora non è decollato ed una piazza che comincia a storcere il naso, forse è il caso di chiudere. A breve, anzi: a brevissimo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sturni, Stefàno e Frongia: la corsa nel M5S che verrà

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma