Rieti, gli appalti alla Asl: slitta
a ottobre l'udienza per il rinvio
a giudizio di Marcello Fiorenza
respinte tutte le eccezioni presentate

RIETI - Slitta al prossimo autunno (3 ottobre la data) la decisione del giudice dell’udienza preliminare, Ilaria Auricchio, sui rinvii a giudizio chiesti dalla procura della Repubblica di Rieti al termine dell’inchiesta condotta sugli appalti assegnati dall’ufficio patrimoniale dell’Asl negli anni in cui a dirigerlo c’era l’ingegner Marcello Fiorenza. L’ex dirigente è accusato di associazione a delinquere con altre otto persone (dipendenti Asl e imprenditori di Rieti e Roma), in aggiunta a diverse ipotesi di corruzione, peculato, truffa, abuso d’ufficio, turbativa d’asta e falso, diversamente contestate anche al resto dei 26 indagati, uno dei quali (difeso dall’avvocato Luigi Colarieti) ha chiesto il giudizio con il rito abbreviato.

Nel frattempo, durante la lunga udienza di oggi pomeriggio, il gup ha avuto modo di respingere tutte le eccezioni sollevate dall’avvocato Eusebio Graziosi, legale di Fiorenza, sulla nullità del sequestro del materiale informatico effettuato d’iniziativa dalla polizia giudiziaria, perché entro i termini previsti non c’era stata la convalida da parte del pubblico ministero.

TUTTI I PARTICOLARI NELL'EDIZIONE
DE IL MESSAGGERO DI RIETI
IN EDICOLA GIOVEDI' 12 LUGLIO
Mercoled├Č 11 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP