TERREMOTO

Terremoto in Messico, la situazione aggiornata su crolli e soccorsi: la mappa interattiva

Mercoledì 20 Settembre 2017 di Rachele Grandinetti
Sale il numero delle vittime: la scossa di magnitudo 7.1 fa temere, secondo le stime dello US Geological Survey, un’ecatombe di oltre 1000 morti. Mentre si continua a scavare tra le macerie, al buio perché l’elettricità è saltata, la protezione civile (che usa la rete per diffondere notizie) aggiorna da diverse ore una mappa interattiva su cui sono segnati i punti dove sono avvenuti i crolli, gli edifici più danneggiati e i luoghi in cui sono in corso le attività di salvataggio. Luis Felipe Puente, capo della protezione civile, ha comunicato proprio con un tweet i numeri ufficiali dei primi corpi trovati senza vita.

Il presidente Enrique Peña Nieto ha diffuso un lungo messaggio per esprimere cordoglio, tirare le prime somme dei danni subiti - a livello umano e urbano - e ringraziare i tanti, tra forze dell’ordine e volontari, che si stanno spendendo senza sosta: «Per quanto possibile, la popolazione dovrebbe rimanere nelle loro case, a condizione che siano al sicuro, ed evitare di colpire le strade dove i veicoli di emergenza devono essere transitati. Voglio ringraziare migliaia di cittadini che utilizzano reti sociali, segnalare la proprietà danneggiata e le persone che hanno bisogno di aiuto. Le unità di protezione civile stanno monitorando queste informazioni, quindi è importante aggiornarlo in modo continuo. Vi chiedo di essere attenti alle informazioni e alle raccomandazioni ufficiali che diffondiamo attraverso le reti sociali e i media». © RIPRODUZIONE RISERVATA