Gb, modello di Louis Vuitton uccide a coltellate un collega di 25 anni: arrestato insieme a un amico

Mercoledì 17 Gennaio 2018 di Federica Macagnone
2

Una sola pugnalata è bastata per spazzare via in un attimo i sogni e i promettenti progetti di vita di Harry Uzoka, modello 25enne che negli ultimi tempi era arrivato a posare anche per Dior, Everlane, Zara e Mercedes. Dietro il suo omicidio ci sarebbero George Koh, 24 anni, di Camden, un collega che aveva posato per Louis Vuitton, Kenzo e Paul Smith, e l'amico Jonathan Okigbo, 23 anni, di Kentish Town, accusati nelle scorse ore di aver pugnalato Harry in una strada di Londra: Scotland Yard ha arrestato Koh domenica, mentre le manette per Okigbo sono scattate lunedì. Altri due uomini di 27 e 28 anni, fermati inizialmente, sono stati rilasciati.
 

 

Alcuni testimoni che abitano sulla Old Oak Road hanno sentito giovedì notte delle urla e hanno assistito a una sorta di rissa che avrebbe coinvolto più uomini: durante la baraonda Harry è stato colpito con un coltello prima di crollare davanti a un complesso residenziale. «Questo è un altro tragico omicidio che ha come protagonista un'altra giovane vittima uccisa in modo violento - ha detto il detective Beverley Kofi - Riteniamo che la rissa sia iniziata sulla Ollgar House e che si sia conclusa sulla Old Oak Road, dove il ragazzo è stato aggredito e pugnalato prima di barcollare e collassare. Crediamo che ci siano diverse persone coinvolte, ma stiamo ancora lavorando per stabilire chi siano e quale sia il movente. Abbiamo effettuato due arresti e continuiamo a seguire diverse piste. Abbiamo bisogno dell'aiuto dei testimoni per ricostruire cosa è successo: chiunque abbia visto qualcosa è invitato a farsi avanti immediatamente».

Centinaia di messaggi di cordoglio sono arrivate sulle pagine social di Harry, che da poco aveva firmato un contratto con la Los Angeles New Models Agency. «Fa male non averti più con noi fratello - scrive uno dei suoi 22mila follower su Instagram - Spero tu riposi in pace. È stato un privilegio conoscerti». Un cantante hip hop, noto come Cally The Dreamer, ha detto: «Abbiamo frequentato la stessa scuola. Era un ragazzo che ammiravo, ha cambiato la sua vita in meglio e ha ispirato molti a fare di meglio. Era così giovane e questa è una grande perdita». Con la morte di Harry salgono a otto gli omicidi a Londra nel 2018: come confermato dalla polizia, tutte le vittime sono state accoltellate.

Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio, 08:17 © RIPRODUZIONE RISERVATA