Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Perde le gambe in un incidente, sale 2.744 gradini con le braccia: «Nulla è impossibile»

Perde le gambe in un incidente, sale 2.744 gradini con le braccia: «Nulla è impossibile»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 27 Aprile 2018, 15:00 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile, 13:16
Mandy Horvath aveva perso entrambe le gambe dopo un incidente. Quattro anni dopo, ha raggiunto la vetta del Manitou Incline, in Colorado. Sono 2744 gradini, in una  delle più alte scale di questo tipo nel mondo. E' stata anche soprannominata il "santo Graal del cardio", e viene usata anche dagli atleti per allenarsi. Horvath ha documentato la sua impresa su Instagram per mostrare "che non esiste assolutamente nulla di impossibile".

 
 

Its #limblossawarenessmonth and I wanted to share something incredible I did yesterday. I did the pikes peak incline on my hands and rear. The incline is 2,744 steps of railroad ties and this wasn't even the steep part. The incline gains 2,000 feet in elevation in less than a mile and peaks at 8,590 ft. To my knowledge, I am the first female double amputee to reach the top. I'm so thankful for my life and the ability to display that absolutely anything is possible. Making 2 separate posts because the pictures are just too good! Huge thankyou to my team of two making sure I didnt roll back down 😂 #incline #manitouincline #amputee #ican #goals #willtolive #awareness #guinessrecord #womenofpower #powerful #anythingispossible

Un post condiviso da Mandy Horvath (@lifeproofbionicwoman) in data:

© RIPRODUZIONE RISERVATA