Brasile, modella transgender picchiata e sfigurata in carcere: la polizia nega

Brasile, modella transgender picchiata e sfigurata in carcere: la polizia nega
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Aprile 2015, 14:38 - Ultimo aggiornamento: 27 Aprile, 07:11

Picchiata in carcere solo perché transessuale.

È la denuncia di diversi attivisti lgbt brasiliani, che sostengono che la modella Veronica Bolina sia stata aggredita da alcuni poliziotti in carcere dopo l'arresto della stessa per una rissa con un vicino di casa. I fatti risalirebbero allo scorso 12 aprile, ma solo successivamente sarebbero uscite sul web le foto della modella trans spogliata e sfigurata.

Al grido di scandalo delle associazioni lgbt e femministe si è aggiunto, sul web, quello di molte persone, con l'hashtag #SomosTodasVerônica. La polizia, però, ha negato l'accaduto, diffondendo un audio in cui Veronica sosterrebbe di non essere stata aggredita dalle guardie carcerarie. Le autorità infatti sostengono che a picchiare Veronica siano stati altri detenuti che l'avrebbero vista masturbarsi. Lo riportail portale brasiliano Forum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA