Inneggiava all'Isis, tunisino espulso da Ragusa e rimpatriato

Lunedì 16 Luglio 2018
6
Un cittadino tunisino di 29 anni, T. G., con precedenti per spaccio, già residente a Vittoria (Ragusa), è stato espulso dal territorio nazionale perché ritenuto «pericoloso per la sicurezza e la tranquillità pubblica». Il provvedimento del Prefetto di Ragusa «è arrivato a seguito di indagini avviate alla fine dello scorso anno dai militari dell'Aliquota dedicata del Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa unitamente a quelli dei reparti speciali e del Comando Compagnia Carabinieri di Vittoria». «Dall'attività investigativa si è riscontrato un indubbio oltranzismo religioso comprovato in particolare dalla presenza di foto ed immagini su Facebook e sul proprio cellulare chiaramente indicative di un'adesione, quanto meno ideologica, al terrorismo di matrice religiosa islamica. Non sono emersi ulteriori riscontri relativi a progettualità ostili o collegamenti tra l'interessato con esponenti di organizzazioni terroristiche», dicono gli inquirenti. L'uomo, dopo un periodo di permanenza presso il Cpr di Brindisi, è stato rimpatriato dalla frontiera di Roma Fiumicino al paese di provenienza. Ultimo aggiornamento: 17 Luglio, 11:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma