Novara, tovata morta in casa, indagato il compagno: ma ad ucciderla non sarebbero state le botte

Lunedì 15 Gennaio 2018

Non sarebbero state le botte a provocare la morte di Sara Pasqual, la 45enne trovata senza vita nella sua stanza dal compagno, Gabriele Lucherini, a Sozzago. L'uomo è indagato per omicidio preterintenzionale, ma secondo i primi risultati dell'autopsia eseguita oggi sul cadavere il decesso sarebbe da attribuire a cause naturali, per le precarie condizioni di salute. Le tracce di percosse trovate sul corpo della donna non sarebbero recentissime.

Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio, 09:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma