Pordenone, infermiere filmava le pazienti bambine in sala gessi con la spy pen sotto le lenzuola

Martedì 2 Febbraio 2016
​PORDENONE - Con una "spy pen", che infilava sotto il lenzuolo, filmava le piccole pazienti che gli venivano affidate in "sala gessi". Tra le vittime - salite proprio in questi giorni a 17 - c’è anche una minorenne della provincia di Pordenone che ieri, assieme alla famiglia, si è costituita parte civile con l’avvocato Esmeralda Di Risio. Sott’accusa per atti sessuali su minorenni è un infermiere triestino di 59 anni, Mauro Cosolo. I suoi legali ieri hanno chiesto di celebrare il processo con rito abbreviato nell’udienza preliminare del gip Luigi Dainotti. Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio, 08:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma