Corruzione, Esercito: «Sospesi dal servizio i militari arrestati a Caserta»

Mercoledì 27 Gennaio 2016 di Elena Panarella
Sulla vicenda degli appalti truccati per favorire un imprenditore di Casal di Principe che ha portato all’arresto di due tenenti colonnello dell’Esercito Italiano (responsabili del X Reparto Infrastrutture che si occupa della manutenzione delle caserme del sud Italia), la forza armata conferma «la piena fiducia, disponibilità e collaborazione all’azione della Magistratura». E conferma una policy di tolleranza zero «nei confronti del personale autore di tali episodi. A tal riguardo sono state avviate le procedure per la sospensione dal servizio dei militari coinvolti».

Dall'Esercito spiegano: «Abbiamo già incrementato le attività di nuclei ispettivi e di controllo su tutto il territorio nazionale presso i nostri Enti e Reparti per prevenire e contrastare il fenomeno della corruzione. Questi comportamenti danneggiano l’agire di tutti quei soldati che, quotidianamente, prestano servizio con spirito di sacrificio ed elevato senso dello Stato, compiendo il proprio dovere anche a rischio della vita».

Ad arrestare i due militari, la squadra mobile di Caserta e il comando provinciale della guardia di finanza. Secondo le indagini coordinate dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, i due militari avrebbero incassato una tangente nella caserma di Capua dalla ditta edile che si occupa di lavori pubblici in diversi comuni della Campania, tra i quali Caserta. Anche l’imprenditore è finito in manette. L’Esercito Italiano, spiegano i vertici, «adotterà qualsiasi misura per perseguire chiunque si sia reso responsabile di comportamenti che ledono il prestigio e la reputazione di una Istituzione fondata su principi di onestà, lealtà e senso del dovere».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma