Uno scrigno di vetro per la storica prima pagina del Messaggero al riparo dai graffi degli anni

L'opera di Teodosio Campanelli per i 140 anni del Messaggero
1 Minuto di Lettura
Giovedì 20 Settembre 2018, 15:47

Un artista affascinato dai 140 anni del Messaggero al punto da voler idealmente conservare per sempre l'emozione di questa ricorrenza. Ecco allora sotto vuoto, in un barattolo di vetro a chiusura ermetica, come si fa per le cose buone, la storica prima pagina del Messaggiero (la “i” cadde poi ben presto) del 16 dicembre 1878. T

Teodosio Campanelli, artista e designer di San Benedetto del Tronto “permeato dall'entusiasmo del fare”, ha così riparato dai graffi dello scorrere del tempo il primo seme di un'epopea editoriale che da allora ha intrecciato la sua storia con quella di Roma, della Capitale di uno Stato che muoveva i primi passi puntualmente raccontati dal Messaggero.

Una testimonianza, in quel piccolo scrigno trasparente, che rende ancora più preziosa l'esperienza del quotidiano che viene celebrata in questi giorni.


Un'altra delle prime pagine del Messaggero secondo l'artista Campanelli



Teodosio Campanelli

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA