CRISI GOVERNO

Renzi, «"Demolition man" mette sotto sopra Roma»: la crisi di governo vista dai giornali esteri

Giovedì 14 Gennaio 2021
Renzi «Demolition man», la crisi di governo secondo il Financial Times

«Demolition Man», questo è il soprannome assegnato oggi al leader di Italia Viva Matteo Renzi dalle pagine del Financial Times. Il giornale britannico descrive l'apertura della crisi di governo da parte di Renzi, come una «turbolenza su Roma» in piena pandemia.

L'autorevole tastata finanziaria sta seguendo con molta attenzione nelle ultime ore gli sviluppi della crisi di Roma. E dopo aver descritto le vicende della crisi del governo di Giuseppe Conte, iniziata dopo le dimissioni dei tre ministri della coalizione, individua nella brama di Renzi di rafforzare la sua posizione, una delle principali cause della crisi. «La mossa di Renzi - sostiene il FT - potrebbe essere progettata per rafforzare il potere contrattuale del suo piccolo partito e la sua immagine personale, ma potrebbero facilmente ritorcerglisi contro mentre il paese combatte la pandemia».

Ma non finiscono qui le dure parole nei confronti di Matteo Renzi. «Inoltre, non è la prima volta che Bruxelles ha visto Renzi intraprendere una scommessa politica ad alto rischio che potrebbe mettere ulteriormente a repentaglio le fortune economiche dell'Italia» continua il FT. «Il 46enne - soprannominato "demolition man" - è stato dimesso dall'incarico nel 2016 dopo aver convocato e perso un rischioso referendum costituzionale».

Crisi governo Conte, 5 scenari possibili: dai responsabili al rebus Draghi

Per il Financial Time l'appellativo di  "L'uomo della demolizione" con riferimento a Renzi non è del tutto nuovo. Come non sono del tutto nuove le dinamiche politiche innescate dal leader di Italia Viva. Già nel Febbraio del 2014 Renzi si era guadagnato definizione di "demolition man" sulla testata inglese, nell'ambito della vicende della crisi del Governo Letta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA