CRISI DI GOVERNO

La crisi di governo come una sceneggiata napoletana

Sabato 17 Agosto 2019 di Mario Ajello
Mario Merola in O Zappatore
A suo modo è una crisi di governo (virtuale) che affonda in pieno nella cultura italiana. C’è dentro tutto della nostra tradizione. L’aspetto culinario: “La frittata ormai è fatta” (Di Maio a Salvini). L’aspetto musicale alla Piange il telefono e “il mio telefono è sempre aperto e acceso”, come canta Salvini ai 5 stelle e loro possono rispondergli con Domenico Modugno: “Piange il telefono perché lei non verrà” cioè la crisi vera e propria che il Capitano non ha saputo innescare. Ma soprattutto, c’è la sceneggiata napoletana in questa pazza estate politica. Di Maio, vestito come Mario Merola in 'O zappatore' dice al fedifrago Salvini: “Addenócchiate… e vàsame sti mmane!”. E il cosiddetto Truce, quello che faceva il cattivo con tutti, ora cerca di baciare tutti ma nessuno vuole ricevere i suoi smack. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Livercool vs A.C. Tua, quando il Fantacalcio imbarazza il nonno

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma