Andrea Giambruno, il compagno di Giorgia Meloni non condurrà più il tg Mediaset: «Scelta condivisa»

L'indiscrezione de Il Foglio: "Nessuna imposizione né punizione. Lui starebbe aspettando di essere dirottato a una trasmissione di approfondimento come autore"

Andrea Giambruno, il compagno di Giorgia Meloni non condurrà più il tg Mediaset: «Scelta condivisa»
3 Minuti di Lettura
Martedì 18 Ottobre 2022, 10:15 - Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre, 15:58

La sua compagna Giorgia Meloni ha vinto le elezioni, e lui, Andrea Giambruno, giornalista Mediaset e padre di sua figlia, ha perso la conduzione: non compare più in video. A quanto racconta Il Foglio, infatti, Giambruno ora farebbe lavoro di cucina redazionale nella sede di Roma in attesa di essere dirottato a una trasmissione di approfondimento come autore. «E’ stata una scelta presa insieme all’azienda per una questione di reciproca opportunità. Nessuna imposizione né punizione», racconta al Foglio chi in queste ore ha parlato con il giornalista, da qualche anno volto in forte ascesa di Tgcom24 e di Studio Aperto su Italia1.

Andrea Giambruno, chi è il compagno di Giorgia Meloni: quella scintilla scoppiata in tv e le videochiamate

Quando la difese in diretta tv

A quanto pare sembra che, subito dopo il risultato delle elezioni, il giornalista sia stato chiamato dai vertici di Mediaset. Nessun diktat. ma un po' di diapicere da parte di Giambruno che è esemère riuscito a dividere la sua vita professionale da quella privata. Ad eccezione di quella volta, nel febbraio 2021, quando difese la compagna dopo le offese rivolte alla Meloni da parte del prof. Guzzini, docente dell'Università di Siena. «Io sono il compagno di Giorgia Meloni e lei è la madre di mia figlia. Spiegherò alla piccola quanto è meritevole ciò che ha fatto nella sua vita».

 

Il lavoro da giornalista

Nato a Milano nel 1981, Andrea Giambruno lavora da anni a Mediaset. Giornalista, prima ha seguito come autore diversi programmi televisivi. Poi il passaggio a tgcom24 nel 2019. È qui che ha iniziato a condurre i telegiornali con grande spigliatezza. Il 2020, l'anno della svolta, quando arriva la chiamata a Studio aperto, dove inizia a leggere i notiziari. Ora, però, bisognerà vedere cosa sceglierà di fare.

Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA