Martina Cuomo diventa mamma lo stesso giorno della laurea: prima la tesi e poi partorisce Nunzia

A 28 anni la giovane studentessa ha vissuto i due momenti più belli della sua vita nello stesso giorno

Mamma il giorno della laurea, prima la tesi e poi il benvenuto a Nunzia: l'incredibile storia di Maria Cuomo
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Novembre 2022, 17:35 - Ultimo aggiornamento: 22:59

I due momenti più attesi della sua vita nello stesso giorno. Prima la proclamazione come Dottoressa, nonostante le doglie, poi la corsa in ospedale per diventare mamma, tutto in  poche ore. Ha stretto i denti la studentessa Martina Cuomo, nonostate in dolori per il parto imminente, per completare la sua seduta di laurea che se rimandata avrebbe potuto recuperare solo nella primavera del 2023.

Sophie Codegoni incinta, aspetta un figlio da Alessandro Basciano (conosciuto al Gf Vip): «Sembrava tutto contro di noi»

Martina Cuomo: mamma e dottoressa lo stesso giorno

La giovane studentessa di Napoli si è laureata nello stesso giorno in cui ha dato alla vita la sua bambina, la piccola Nunzia. Gli auguri alla ragazza arrivano anche dall'Università dell'Aquila che, sui propri canali social, ha pubblicato lo scatto di Maria e la sua piccola, seguito da un messaggio di augurio, con tanto di foto con in testa la corona d'alloro. In una mano la tesi di laurea in Scienze infermieristiche e ostetriche, nell'altra la piccola Nunzia.

La 28enne è stata infermiera all'ospedale Cotugno di Napoli nel periodo più acuto della pandemia, contemporaneamente ha portato avanti il suo percorso di studi universitari. Da fine estate sapeva che il 18 novembre avrebbe dovuto discutere il suo lavoro sull'utilizzo della telemedicina in ambito sanitario.

Mai avrebbe immaginato di diventare madre proprio lo stesso giorno, seppur la sua gravidanza fosse ormai agli sgoccioli. La mattina della discussione, Martina si è svegliata con le contrazioni. Ha discusso da casa, l'unica a distanze dei candidati, supportata dal compagno Antonio. Il travaglio è iniziato subito dopo. La bambina è poi nata alle 18.30 al Policlinico Luigi Vanvitelli di Napoli, col peso di 3.580 kg, in ottima salute.

Donne, in Cisgiordania chi è incinta rischia di perdere i figli per la povertà. Viaggio nei villaggi con l’ambulanza mobile dell’ospedale cattolico Holy Family

© RIPRODUZIONE RISERVATA