Pretende 50 euro per restituire il marsupio ritrovato: arrestata per estorsione

Pretende 50 euro per restituire il marsupio ritrovato: arrestata per estorsione
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 26 Gennaio 2022, 12:56

Probabilmente pensava di fare una furbata, invece è finita agli arresti. E' accaduto a una donna di Norma, Sandra Stivali, di 45 anni che ieri è stata arrestata e posta ai domiciliari dagli agenti del commissariato di Cisterna. E' stata bloccata in flagranza di reato e accusata di estorsione ai danni di un cittadino di Norma
Era accaduto infatti che l'uomo, nei giorni scorsi, aveva denunciato lo smarrimento d1 un marsupio da motociclista con all'interno i documenti della sua Ducati, le · chiavi .di casa ed altri effetti personali. Nel tentativo di rientrare in possesso di quanto smarrito l'uomo aveva postato un appello sul suo profilo Facebook chiedendo di essere contattato da chi lo avesse trovato. Per questo aveva anche aggiunto il suo numero di telefono.


L'appello era andato a buon fine perché nei giorni successivi riceveva un messaggio sulla piattaforma Whatsapp da parte di una donna che gli annunciava di avere il marsupio. A quel punto però cominciava una trattativa per riaverlo, visto che la sconosciuta voleva essere pagata per restituirlo. Attenzione, non parliamo di una ricompensa. La donna voleva dei soldi per riconsegnare il marsupio. La trattativa proseguiva tramite contatti telefonici. L'uomo concordava con la donna la modalità di restituzione del marsupio, ma quest'ultima pretendeva in cambio la somma di 150 euro. Nel prosieguo del tira e molla la pretesa veniva ridimensionata e il prezzo scendeva a 50 euro.


Ieri però, l'uomo si è stufato e ha varcato il portone del commissariato di Cisterna, spiegando quanto era accaduto e dicendo che si era accordato per consegnare i 50 euro che a quel punto erano diventati il prezzo di una estorsione. I due si erano accordati per un appuntamento nella zona di Doganella di Ninfa.
Vista la situazione gli agenti del commissariato fotocopiavano e siglavano la banconota che sarebbe stata consegnata alla donna, assicurando la loro presenza sul luogo della consegna.


Così, a Doganella di Ninfa, quando la donna, accompagnata dal suo convivente, ha riconsegnato la borsa al suo proprietario, ricevendo in cambio la banconota da 50 euro sono saltati fuori i poliziotti e l'hanno bloccata.
La donna è stata, come detto, arrestata in flagranza per estorsione e dopo essere stata accompagnata in commissariato, identificata e fotosegnalata, è stata riportata a casa dove si trovba agli arresti domiciliari a diposizione dell'autorità giudiziaria.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA