Vigile del fuoco interviene su un incendio e scopre che a bruciare è casa sua e la moglie è morta carbonizzata

Giovedì 12 Novembre 2020 di Federica Macagnone
Vigile del fuoco interviene su un incendio e scopre che a bruciare è casa sua e la moglie è morta carbonizzata

Da 20 anni Corey Logan, vigile del fuoco di Miami, è abituato a prepararsi in pochi istanti, salire a bordo del camion e correre per spegnere gli incendi in giro per la città. Ma quando martedì è arrivata quell'allarme via radio gli si è gelato il sangue nelle vene. La segnalazione confermava quello che temeva: a essere andata a fuoco era la sua casa dove abitava con la moglie disabile. Per tutto il tragitto ha sperato che la donna che amava ce l’avesse fatta, ma quando è arrivato a casa è stato accolto dall’abbraccio dei colleghi che gli hanno dovuto comunicare la più terribile delle notizie.

LEGGI ANCHE Carola Rackete fermata dalla polizia in Germania durante lo "sgombero" in una foresta

Martedì Logan stava quasi per terminare il suo turno di lavoro quando gli è arrivata una notifica dell’allarme di sicurezza di casa sua: il video della telecamera di sorveglianza mostrava un vicino di casa che suonava freneticamente alla sua porta. La scena ha insospettito Logan che ha chiesto al collega di accompagnarlo a casa per capire cosa fosse successo. Pochi attimi dopo la più triste delle comunicazioni gli è arrivata via radio: c’era un incendio all’indirizzo di casa sua.

Quando Logan è arrivato era ormai troppo tardi. Alcuni colleghi erano già intervenuti, ma non era riusciti a salvare la moglie che, essendo invalida, era stata sorpresa dalle fiamme e non era riuscita a fuggire da casa. Il suo corpo carbonizzato è stato ritrovato in camera da letto. Un’indagine stabilirà cosa abbia scatenato l’incendio che ha devastato la casa e la vita di Logan. Intanto i suoi colleghi si sono stretti intorno a lui lanciando una pagina su GoFundMe sulla quale in pochi giorni sono stati raccolti più di 60mila dollari destinati ad aiutare lo sfortunato vigile del fuoco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA