Putin, la fuga nella villa segreta nel bosco: terme, bagni di fango, criocamera e campi da golf

Nel mezzo delle proteste a Mosca il presidente russo avrebbe abbandonato il Cremlino per andare nella sua residenza top secret

Putin, la fuga nella villa segreta nel bosco: terme, bagni di fango, criocamera e campi da golf
di Cristiana Mangani
5 Minuti di Lettura
Domenica 25 Settembre 2022, 18:10 - Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 10:02

Dopo aver annunciato l'arruolamento dei giovanissimi riservisti, Vladimir Putin deve fare i conti con la rivolta dei cittadini, soprattutto dei genitori di quei ragazzi che non hanno alcuna intenzione di mandare i loro figli a morire in Ucraina. La protesta non accenna a diminuire al punto che lo zar è stato costretto ad allontanarsi dalla città e a trovare rifugio nel suo "palazzo" segreto sul lago Valdai, a metà strada tra Mosca e San Pietroburgo. La residenza extralusso vanta un complesso termale di tre piani, una scuderia, un campo da golf, una sala biliardo e persino un mini-casinò. 

Il Cremlino, naturalmente, smentisce che Putin sia fuggito, ma diverse voci lo danno come scomparso negli ultimi giorni, “in vacanza” nella sua «dacia ufficiale più segreta» nel nord della Russia. La residenza, immersa nei boschi delle Colline Valdai, oltre al complesso termale con un “centro estetico personale” definito il “tempio dell'ascetismo”.

Putin, fuga dalle proteste di Mosca

La decisione di allontanarsi da Mosca arriva dopo che circa mille persone sono state arrestate dalle autorità russe durante le proteste contro la mobilitazione parziale ordinata durante la settimana dal presidente. Ci sono stati disordini in più di una dozzina di grandi città, tra cui Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk, Tomsk, Khabarovsk, Irkutsk, Ulan-Ude, Chita e Ivanovo. E mentre le proteste iniziali sono state rapidamente represse dalle truppe di sicurezza interna, nuove manifestazioni sono scoppiate durante la giornata di ieri a Mosca. Sono tante le immagini rilanciate dai social e sul web che mostrano la polizia antisommossa con elmetto e manganello che picchia uomini e donne che si sono avventurati sotto la pioggia per protestare contro la mobilitazione di 300 mila giovani soldati. I dissidenti sono stati accusati di manifestazioni illegali e, in alcuni casi, di screditare le forze armate di Putin, e rischiano 15 anni di carcere.

Foto Navalny.com

La fuga dei russi

In tanti, poi, hanno cercato di fuggire dal paese per evitare di essere richiamati per andare a combattere in Ucraina. Lunghe file sono state registrate ai confini della nazione. E ora si è posto il problema se concedere o meno asilo a queste persone. Il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, ieri, ha consigliato ai membri dell'Ue di aprire le porte e accogliere gli obiettori di coscienza che lasciano la Russia per evitare la leva.

La villa segreta di Putin

La Russia, dunque, sembra sempre più isolata. Secondo la giornalista Farida Rustamova, da mercoledì scorso, Putin è ben protetto e riposato nella sua residenza sul lago Valdai nella regione di Novgorod. La fonte da lei citata, spiega che i video che lo mostrano mentre incontra i funzionari, sono in realtà preregistrati, perché lui è altrove. La vasta tenuta in riva al lago, vista dalle riprese dei droni, mostra una stalla, un campo da golf, un campo da minigolf, un ristorante con cinema, bowling, sala biliardo e persino un mini-casinò.

L'esistenza della residenza segreta è stata rivelata dal team anticorruzione che ha lavorato con il dissidente, ora in carcere, Alexei Navalny l'anno scorso. Il suo team ha dichiarato che la struttura dispone anche di un proprio studio dentistico e di uno studio di estetica e cosmetologia completamente attrezzato. Il complesso termale a tre piani comprende una criocamera per la terapia del freddo e un bagno di fango in una zona relax di 7.000 metri quadrati. C'è anche una piscina galleggiante - una grande vasca piena di acqua molto salata che ti mantiene in superficie quando ci si sdraia - e una piscina di 25 metri circondata da vasche idromassaggio e saune, oltre a uno spazio per massaggi thailandesi.

Foto Navalny.com

Dove si trova

La casa è vicina a importanti chiese ortodosse che Putin, 69 anni, ha visitato in altri momenti di crisi durante i suoi oltre due decenni al potere. L'ultimo annuncio fatto in televisione da parte dello zar non ha soltanto portato a proteste in tutto il paese, ma ha anche scatenato risse tra balordi, crimini, soprattutto tra coloro che sono stati assoldati per essere mandati a combattere in Ucraina, dove ormai i morti russi non si contano più e dove l'offensiva dei soldati di Kiev sta mettendo a dura prova l'armata del Cremlino.

L'opera di reclutamento coinvolge chiunque e si vedono uomini che si rompono gambe e braccia pur di non andare a combattere. Nella corsa ad arruolare chiunque è stato chiamato alla leva anche qualcuno che è già morto: un quarantenne deceduto nel 2020 per il Covid, dopo un lungo periodo passato in terapia intensiva.

Nel frattempo, i voli in partenza dalla Russia continuano a essere esauriti e i valichi di frontiera nelle vicine Armenia, Georgia e Kazakistan sono bloccati per un massimo di 30 ore. mentre i russi più intraprendenti fuggono in scooter. Così che se le macchione sono bloccate, con le moto si riesce a fuggire più rapidamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA