Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Segnali di pace: Israele porta a Gaza un apparecchio che trasforma l'aria in acqua

Segnali di pace: Israele porta a Gaza un apparecchio che trasforma l'aria in acqua
1 Minuto di Lettura
Sabato 28 Dicembre 2019, 16:52

Non solo missili.  Malgrado le costanti e quotidiane tensioni con Hamas, Israele ha autorizzato l'introduzione a Gaza di un sofisticato apparecchio che consente di trasformare l'aria in acqua potabile.L'apparecchio che si chiama Genny ed è già stato sperimentato in varie parti del mondo -  India, Vietnam, Sierra Leone, Colombia, Uzbekistan e Sudafrica - è stato incluso dalla rivista Time tra le 100 migliori invenzioni al mondo.
Si tratta di un apparecchio della società WaterGen che sfrutta la umidità dell'aria. Regolando sbalzi di temperatura con un apposito "heat exchanger", questo macchinario è in grado di produrre quantità di acqua potabile. Il primo apparecchio del genere (che costa l'equivalente di 50 mila euro) è stato installato in un rione di Abassan, nel Sud della Striscia, ed è in grado di produrre 500-600 litri di acqua al giorno.

Così prima raccoglie il vapore acqueo nell'aria, poi raffredda l'aria nel suo punto di rugiada. Successivamente, l'acqua passa attraverso un trattamento fisico, chimico e biologico, seguito da un processo di mineralizzazione, per mantenerne la pulizia, la sapidità e la qualità salutare.In sostanza, il "GENNY" non solo funziona come un deumidificatore, ma fornisce anche un'alternativa ecologica all'acqua in bottiglia. Come gli altri generatori d'acqua di Watergen, non ha bisogno di infrastrutture per funzionare se non per una fonte di elettricità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA