Birmania, la protesta per il golpe repressa nel sangue: almeno 18 morti

foto

È salito ad almeno 18 morti il bilancio della repressione delle manifestazioni contro il colpo di stato in Birmania. Lo riferisce l'Ufficio Onu per i diritti umani citato dalla Bbc. Si tratta della giornata più sanguinosa dall'inizio delle proteste contro il golpe del primo febbraio. Le proteste si volgono nelle principali città del Paese: la polizia ha usato proiettili veri e di gomma e gas lacrimogeni. 

Domenica 28 Febbraio 2021, 13:58 - Ultimo aggiornamento: 15:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA