L'esercito ucraino fa saltare un ponte a Kharkiv: distrutta un'intera colonna di forze russe dirette verso Izyum

Le forze russe erano dirette verso la città di Izyum

L'esercito ucraino fa saltare un ponte a Kharkiv: distrutta un'intersa colonna di forze russe
3 Minuti di Lettura
Giovedì 14 Aprile 2022, 12:49 - Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 09:43

L'esercito ucraino ha detto di aver fatto saltare in aria un ponte a Kharkiv, provocando la distruzione di «un'intera colonna» di forze russe dirette verso la città di Izyum, segnando così un altro potenziale colpo alla potenza di combattimento russa.

 

In un post su Facebook, lo stato maggiore delle forze armate ucraine ha affermato che i veicoli militari russi Tiger, Kamaz e Ural stavano viaggiando nel convoglio quando il ponte è stato distrutto. La presunta imboscata è avvenuta vicino alla città strategicamente importante di Izyum che la Russia sta tentando di prendere come parte di uno sforzo per ottenere il controllo della regione orientale del Donbas in Ucraina. Le foto aeree del presunto agguato condiviso dall'esercito ucraino mostrano un ponte distrutto, diversi veicoli carbonizzati e fumo che si alza dall'area.

Il Foreign Policy riferisce che la Russia aveva stabilito più convogli militari nella regione del Donbas, incluso un convoglio di otto miglia a nord della città di Izyum. Sia la Russia che l'Ucraina hanno riorganizzato le loro forze per quella che molti prevedono sarà una battaglia cruciale nella regione orientale del Donbas, in Ucraina.

Stupri sulle donne ucraine come strumento di guerra: così i soldati russi vogliono cancellare la resistenza

La giornalista dissidente russa che aveva protestato in tv: «Ho aiutato la propaganda di Putin e me ne vergogno»

I funzionari russi non hanno ancora risposto alle affermazioni dell'Ucraina sull'imboscata o sulla distruzione di un'intera colonna.

L'AMMIRAGLIA - Le forze ucraine hanno poi fatto sapere di aver colpito l'ammiraglia della flotta del Mar Nero della Marina russa: l'incrociatore missilistico guidato "Moskva". Il governatore della regione ucraina di Odesa ha detto che l'incrociatore da 12.500 tonnellate è stato colpito da due missili da crociera Neptune di fabbricazione ucraina, provocando «gravi danni». Il ministero della Difesa russo ha successivamente confermato i danni all'ammiraglia del Mar Nero, ma ha detto che era stato causato da un incendio a bordo che ha portato alla detonazione delle munizioni a bordo della nave. Funzionari russi hanno affermato di essere stati in grado di evacuare l'intero equipaggio della nave dopo l'incidente. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA