Kazakistan, aereo precipita al decollo e si schianta contro edificio: almeno 12 morti

Venerdì 27 Dicembre 2019

Sono 12 al momento le persone morte nello schianto di un aereo vicino ad Almaty, in Kazakistan, secondo il bilancio ufficiale fornito dal comitato per le emergenze. In un primo momento si era parlato di 14-15 morti. Delle vittime, otto sono morte sul colpo, due in ospedale e due all'aeroporto durante i soccorsi. A bordo del Fokker 100 della Bek Air c'erano 95 passeggeri e 5 membri dell'equipaggio. L'aereo avrebbe perso quota poco dopo il decollo da Almaty e, secondo Kazinform, il velivolo ha così colpito una barriera per poi schiantarsi contro un edificio. I feriti sono almeno una trentina, 17 dei quali versano in gravi condizioni. L'aereo era diretto a Nursultan. L'incidente è avvenuto alle 7.22 ora locale. Il presidente del Kazakistan, Kassym-Jomart Tokayev, dopo la tragica notizia ha proclamato per domani una giornata di lutto nazionale. Lo riferisce il sito di notizie Kazinform.
 


Sopravvissuto: vivo grazie ad Allah. «Grazie ad Allah sono vivo e vegeto»: Aslan Nazaraliyev, noto imprenditore kazako, è tra i 'miracolatì del Fokker 100 precipitato vicino ad Almaty, pochi secondi dopo il decollo, e ha affidato a facebook il suo sospiro di sollievo. Al post allega una foto del posto dove era seduto, proprio accanto al punto dove l' aereo si è diviso in due. Tra le vittime - è stato intanto accertato - una giornalista di 35 anni, Dana Kruglova, dell'agenzia di stampa Informburo, e un generale in pensione, Rustam Kaidaroiv. Nazaraliyev ha poi raccontato al telegiornale Vremya che l' aereo ha iniziato a tremare mentre saliva di quota, circa due minuti dopo il decollo. «Ad un certo punto abbiamo iniziato a cadere, non in verticale ma ad angolo. Sembrava che l' aereo fosse fuori controllo», ha detto.


Un'altra sopravvissuta ha detto al sito web Tengrinews di avere udito un «suono terrificante» prima che l' aereo iniziasse a perdere quota. «L' aereo stava volando in posizione inclinata. Era come in un film: sentivo urla, gente che piangeva». L'aeroporto di Almaty ha riferito che i soccorritori sono intervenuti sul luogo dell'incidente, nel villaggio di Almerek, appena oltre la fine della pista. Le autorità hanno lanciato una richiesta di donazioni di sangue per aiutare i feriti. Il comitato per l'aviazione civile del Kazakistan ha confermato in una nota che l' aereo «ha perso quota durante il decollo e ha sfondato una recinzione di cemento» prima di colpire un piccolo edificio al momento disabitato. Flightradar24 ha registrato che al momento del decollo c'era nebbia e la temperatura dell'aria era di 9 gradi sotto zero, con pochissimo vento.

Esperto: assenza fiamme ha fatto la differenza. Il bilancio dell'incidente aereo vicino ad Almaty, in Kazakhstan, sarebbe potuto essere molto più pesante sei serbatoi del velivolo fossero esplosi dopo l'impatto. Lo ha detto l'esperto di aviazione Geoffrey Thomas alla Cnn. «L'assenza di fiamme fa una grande differenza - ha spiegato - assieme alla tenuta della fusoliera. Sono sorpreso che non sia scoppiato un incendio sull' aereo. E questo probabilmente è dipeso dal fatto che i serbatoi e le ali sono rimaste intatti».

Cnn: morto il pilota. C'è anche il pilota tra i 12 morti nello schianto dell' aereo passeggeri. Lo riferisce la Cnn, aggiungendo che almeno 50 persone, fra le quali 6 bambini, sono state ricoverate in ospedale dopo essere state estratte vive dai rottami. Tra i feriti 17 sono «in condizioni estremamente gravi». Il volo Z2100 della compagnia nazionale Bek era effettuato da un Fokker 100 che si è schiantato circa 19 secondi dopo il decollo. 
 

 
 
Papa Francesco. Il Papa ha inviato un telegramma di cordoglio per le vittime e i feriti dell'incidente. Bergoglio, nel messaggio inviato ad autorità civili ed ecclesiastiche locali tramite il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, esprime le condoglianze alle persone coinvolte nella tragedia e prega «per l'eterno riposo dei defunti e per la guarigione dei feriti», e per quanti sono coinvolti nelle operazioni di salvataggio. Su tutti, il Papa invoca «la forza e la pace di Dio Onnipotente».

Vladimir Putin. Il presidente della Russia Vladimir Putin ha inviato un telegramma di condoglianze al presidente del Kazakistan, Kassym-Jomart Tokayev, dopo l'incidente aereo di questa mattina, costato la vita ad almeno 15 persone. «La Russia partecipa al dolore di coloro che hanno perso i loro parenti e i loro cari e augura pronta guarigione ai feriti», ha scritto il presidente russo secondo quanto reso noto dal Cremlino.

Luigi Di Maio. Il ministro degli Esteri Luigi di Maio ha mandato un messaggio di cordoglio per le vittime dell'incidente aereo di oggi. «Siamo profondamente rattristati per il tragico schianto dell' aereo in Kazakhstan. Rivolgo le mie più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime e miei più sinceri auguri per una pronta guarigione ai feriti». 

Ultimo aggiornamento: 13:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA