Kabul, kamikaze si fa esplodere in una scuola che accetta le ragazze: 35 morti e 40 feriti. Nello stesso istituto attentato 4 anni fa

Kabul, kamikaze si fa esplodere in una scuola: 32 morti e 40 feriti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 30 Settembre 2022, 08:49 - Ultimo aggiornamento: 14:51

Un kamikaze ha causato la morte di 35 studenti e il ferimento di 40 persone in un istituto scolastico a Kabul. Lo ha riferito una fonte del governo afghano ad al-Jazeera riportando le prime notizie sull'esplosione avvenuta questa mattina. Ragazze in maggioranza fra le vittime: era in corso un esame di ammissione nella scuola che ancora ammette studentesse.

L'aggressore, secondo le prime ricostruzioni, ha sparato alla guardia dell'istituto, poi ha preso d'assalto l'aula e fatto detonare la sua cintura esplosiva tra gli studenti. Lo stesso centro educativo «Kaj», nel quartiere di Dasht al-Barshi, abitato da sciiti, era stato preso di mira nel 2018. La comunità hazara, che rappresenta il 10% della popolaziane afghana, è da tempo nel mirino degli integralisti che hanno preso il potere in Afghanistan. 

Sono giovani donne molte delle vittime. Lo ha detto alla Cnn una testimone, Taiba Mehtarkhil, che ha raggiunto il centro di formazione Kaaj dopo la notizia dell'attacco alla ricerca di un'amica, sopravvissuta all'attentato. «Ho visto genitori, parenti degli studenti, urlare e correre su e giù - ha raccontato - Alcuni cercavano soccorsi per i loro cari e altri erano alla ricerca di figli e figlie. Ho visto con i miei occhi una ventina di morti e molti feriti. 

Le reazioni

L'Onu

«In un contesto di peggioramento della situazione della sicurezza in Afghanistan, Kabul è stata colpita oggi da un'altra esplosione. Molte vittime civili nell'attacco brutale contro un centro di formazione in una zona a maggioranza Hazara e sciita. La famiglia delle Nazioni Unite condanna questo attentato». È quanto si legge in un tweet della Missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan (Unama) con le condoglianze alle famiglie delle vittime dopo le notizie che arrivano dalla capitale afghana.

Emirato islamico dell'Afghanistan

«L'Emirato islamico dell'Afghanistan considera un crimine grave l'attacco al centro di formazione Kaaj» a Kabul, «lo condanna con forza» ed «esprime le più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime di questo incidente». È quanto si legge in un tweet del portavoce Zabihullah Mujahid. Dallo scorso agosto i Talebani sono di nuovo padroni dell'Afghanistan. «Misure importanti verranno prese per scovare e punire i responsabili», aggiunge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA