Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Guerra, russi in difficoltà «e con morale basso». Il generale Keane: ecco perché rallenta la conquista dell'Ucraina

Secondo quanto riferito da Keane i russi attualmente controllerebbero il 20% del territorio in Ucraina

Il generale Keane,esercito russo in difficoltà: «Morale basso e disorganizzazione». Rallenta la conquista dell'Ucraina
2 Minuti di Lettura
Sabato 4 Giugno 2022, 11:47 - Ultimo aggiornamento: 20:29

Cosa sta succedendo all'esercito russo dopo oltre 100 giornì dall'inizio della guerra in Ucraina Secondo il generale Jack Keane, analista strategico senior di Fox News, gli uomini al fronte di Putin starebbero per crollare psicologicamente: «Morale basso e mancanza di organizzazione», stanno alla base  delle scarse prestazioni ottenute in questi ultimi giorni. Nelle scorse ore in "America Reports", il generale Keane ha affermato che «la scarsa leadership e addestramento sono fattori che danneggiano i progressi della Russia in aree come il Donbas, che è ancora sotto attacco».

Ucraina controllata al 20% dai russi

Secondo quanto riferito da Keane i russi attualmente controllerebbero il 20% del territorio in Ucraina, ma «le forze di terra russe, quelle  che hanno davvero la responsabilità della battaglia ravvicinata con i loro avversari ucraini, sono mal guidate, scarsamente addestrate e hanno il morale basso». per l'analista strategico di Fox New insomma l'esercito non solo non è  unito sotto il profilo organizzativo, ma mancherebbe anche la fiducia reciproca fra i soldati e anche nei leader. Risultato: «Scarse prestazioni con il rischio di aumentare il numero delle vittime nell'esercito. Perché questo accade se non si riesce a mantenere il controllo corretto dell'esercito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA