Covid, in Germania allarme rosso: si temono altri 100mila morti. «Vaccini non bastano, serve fare come Italia»

Per il portavoce di Angela Merkel la quota dei vaccinati non è sufficiente

Covid, in Germania allarme rosso: si temono altri 100mila morti. «Vaccini non bastano, serve fare come Italia»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 10 Novembre 2021, 14:00 - Ultimo aggiornamento: 11 Novembre, 08:43

Allarme rosso in Germania: sono 39.676 i casi nuovi di contagio da Covid registrati  nelle 24 ore e 236 le vittime. Lo ha segnalato il Robert Koch Institut nel bollettino di oggi. Una settimana fa erano stati 20.676. L'incidenza settimanale su 100 mila abitanti è salita a 232,1, terzo valore da record consecutivo in tre giorni (una settimana fa era 146,6). Si dibatte sull'allarme lanciato dal virologo dello Charité di Berlino Christian Drosten, secondo il quale il Paese «è in una vera situazione di emergenza» e sarà necessario «ridurre di nuovo i contatti». Drosten teme che se non si agirà potranno esserci altri 100 mila morti.

No vax, cosa succede nel mondo a chi non si vaccina? Dallo stipendio sospeso alle cure gratuite negate

Covid, in Austria il tampone non basta più: boom vaccini per evitare il lockdown. In Danimarca torna il Pass

Vaccini non sufficienti

«La quota dei vaccinati in Germania non è sufficiente a contrastare l'impeto del contagio del Covid. Se avessimo un 10-15% di vaccinati in più avremmo un'incidenza del virus inferiore» e i dati di Spagna, Portogallo e Italia «lo dimostrano». Lo ha detto il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, rispondendo a una domanda sul perché questa quarta ondata stia colpendo così vigorosamente la Germania, che oggi ha registrato quasi 40 mila nuovi casi positivi. Seibert ha anche ricordato come la variante Delta del Covid sia particolarmente contagiosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA