Coronavirus, Oms: «Mascherine utili in zone sovraffollate e senza acqua: da sole non fermano pandemia»

Lunedì 6 Aprile 2020

L'uso generalizzato delle mascherine deve essere preso in considerazione da quei Paesi nei quali altre misure, come lavarsi le mani o mantenere la distanza, sono più difficili da applicare per «carenza d'acqua o in condizioni di sovraffollamento». Lo ha detto il direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus​nnel consueto briefing sul coronavirus. 

Appello Onu contro la violenza in casa. E in Italia sos per centri: «Servono più spazi»

Coronavirus, mascherine: per le regioni arriva l'obbligo. Sala: «Disorientati da indicazioni opposte»

L' Oms - ha sottolineato il direttore generale - sta valutando in modo più ampio l'uso delle mascherine sanitarie e non« per proteggersi dal coronavirus. «Se le mascherine vengono indossate - ha spiegato - devono essere usate in modo sicuro e appropriato. L' Oms ha indicazioni su come metterle, toglierle e conservarle. Secondo il direttore dell'Organizzazione mondiale della sanità, «i Paesi potrebbero prendere in considerazione di usare le mascherine in comunità in cui altre misure, come quelle di lavarsi le mani o il distanziamento sociale, sono più difficili per la mancanza di acqua o perché si vive in spazi ristrettiIncoraggiamo i Paesi che stanno considerando l'uso generalizzato delle mascherine per la popolazione - ha continuato - a studiare la loro efficacia, in modo che tutti possiamo imparare. Cosa più importante, le mascherine dovrebbero essere usate solo nell'ambito di un pacchetto complessivo di interventi».
 

Coronavirus, l'epidemiologo Pasini: «È arrivato in Italia da voli della Cina prima dello stop»

Secondo il direttore, «le mascherine devono essere usate nell'ambito di altre misure, da sole non fermano la pandemia». Oltre 70 persone partecipano al Solidarity Trial dell' Oms per accelerare la ricerca di cure efficaci contro il coronavirus. E circa 20 aziende e istituzioni stanno lavorando alla massima velocità per trovare un vaccino, ha aggiunto Tedros Adhanom Ghebreyesus.

L'Africa. «L'Africa non diventerà terreno di sperimentazione per il vaccino». Lo ha detto il direttore generale dell' Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus​nel consueto briefing sul coronavirus criticando la proposta di due medici francesi di qualche giorno fa. «Questa mentalità colonialista deve finire. È stato orribile sentire affermazioni del genere da scienziati nel ventunesimo secolo», ha detto sottolineando che «l' Oms condanna con forza e assicura che questo non succederà mai. Sarà applicato il protocollo e gli esseri umani saranno trattati come esseri umani. Seguiremo lo stesso protocollo in tutto il mondo», ha insistito il direttore.
 

 

Ultimo aggiornamento: 19:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani