CORONAVIRUS

Gran Bretagna, le aziende cinesi presenti a Londra nel 2020 crescono solo dell'1%

Venerdì 26 Febbraio 2021 di Luca Lippera
La Città Proibita a Pechino, simbolo della storia millenaria della Cina

Le 838 imprese cinesi presenti nel Regno Unito hanno prodotto nel 2020 circa il 6,57% del reddito interno della Gran Bretagna ma l'incremento è stato solo dell'1% rispetto all'anno precedente, quando non era ancora stata dichiarata l'epidemia da Coronavirus. Le compagnie "espatriate" da Pechino a Londra hanno generato vendite e valore per circa 92 miliardi di sterline. Il "fatturato" generale dell'Inghilterra, tra cittadini britannici, stranieri e aziende, stando ai dati pubblici del governo di Sua Maestà, si aggira attorno agli 1,4 triliardi di sterline. Il "peso"della Cina dunque è, appunto, attorno al 6,5% per cento. I dati si evincono da un articolo pubblicato questa mattina dalla versione on-line del China Daily, sezione Europa. Il titolo del servizio, non firmato, quindi attribuibile interamente al giornale, è questo: «Le compagnie cinesi sono fiorenti nel Regno Unito nonostante la pandemia». Le cifre vengono riportate in modo completo ma senza riferimenti al fatturato generale della Gran Bretagna, cosa che renderebbe più esplicito un raffronto attraverso il calcolo delle percentuali. 

Ultimo aggiornamento: 12:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA