Julen, l'autopsia rivela un trauma cranico: «Il bambino è morto il giorno stesso della caduta»

Sabato 26 Gennaio 2019
Il piccolo Julen
Il piccolo Julen è morto lo stesso giorno in cui è caduto nel pozzo. Questo è quanto mostrerebbe l'autopsia effettuata sul corpicino del bambino precipitato in un pozzo nei pressi di Malaga il 13 gennaio e ritrovato cadavere la notte scorsa, presenta un «trauma cranio-encefalico importante» e «molteplici traumi compatibili con la caduta».

 


Sono i primi risultati dell'autopsia - riportati dal sito di El Mundo - che si è conclusa questo pomeriggio nell'Istituto di Medicina Legale di Malaga. Il bimbo è morto il giorno stesso della caduta, secondo fonti investigative. A quanto riportato dalle stesse fonti, sul piccolo Julen sono cadute pietre e altri detriti che hanno causato il trauma cranico. Il corpo è stato ritrovato con le braccia in alto e il bimbo - ha riferito il delegato del governo in Andalusia Rodriguez Gomez de Celis - è precipitato «rapidamente in caduta libera» per 71 metri.  Ultimo aggiornamento: 21:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma