Un'opera di Endless messa all'asta per aiutare 30 donne vittime di violenza

Martedì 16 Luglio 2019
La performance di ENDLESS in memoria di Lagerfeld

L'arte per le donne. Un'opera di ENDLESS sarà messa all'asta per aiutare trenta  vittime di violenza. Sarà dipinta dal vivo dall'artista londinese, divenuto famoso per la sua street art provocatoria, oggi nei Musei di San Salvatore in Lauro a Roma. La performance artistica, alle 18.30. Subito dopo la creazione verrà battuta all'asta a cura di Christie’s, insieme ad altre opere tra cui un Andy Warhol e un Emilio Vedova.
Lo street artist londinese alla recente sfilata di “Pitti Uomo” ha fatto una live performance in memoria di Karl Lagerfeld, e oggi si esibirà di nuovo in una estemporanea di pittura. Alliance for African Assistance Italy  per il secondo anno consecutivo, in collaborazione con Christie’s, Il Cigno Edizioni e da quest’anno anche con Contini Contemporary Gallery, ha dato vita al progetto “Arte contemporanea per gli emarginati”, i cui proventi saranno devoluti per “Cibus – Gli chef di domani”. L'obiettivo è dare una formazione qualificata da aiuto cuoco a 30 donne sopravvissute ad atti di violenza e momentaneamente ospitate presso case famiglia, centri di accoglienza e congregazioni religiose.

«In Italia una donna su tre subisce una forma di violenza che la isola dal resto della società e limita notevolmente la sua formazione, occupazione e autonomia – dichiara Walter Lam, direttore generale di Alliance for African Assistance -  Vogliamo aiutare quelle che sono sopravvissute e che ora cercano di ricostruire una vita per se stesse e per i loro figli. L’intento del progetto è di fronteggiare l’aumento del numero di donne in condizione di emarginazione sociale, fornendo loro una formazione specializzata nel settore della ristorazione. Il miglior strumento per combattere l’aumento della violenza di genere è, infatti, quello di dare una formazione alle donne e renderle economicamente autonome. Grazie a questa iniziativa contiamo di raccogliere 137mila euro che saranno destinati alla formazione professionale di trenta donne sopravvissute alla violenza».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA