Angela Merkel contro Trump, difende le 4 deputate dem colpite dalle offese razziste

Venerdì 19 Luglio 2019 di Franca Giansoldati

Angela Merkel si scaglia contro Donald Trump e le sue frasi razziste, difendendo così le quattro giovani deputate democratiche che erano state offese dal presidente americano alcuni giorni fa. «Voglio prendere formalmente le distanze perche' quelle parole vanno contro cio' che rende grande l'America». La Cancelliera ha espresso «solidarieta' alle donne attaccate».

Le parlamentari sono Alexandria Ocasio-Cortez di New York, Rashida Tlaib del Michigan, prima donna di religione islamica a venir eletta al Congresso, Ayanna Pressley del Massachusetts e Ilhan Omar del Minnesota, nata a Mogadiscio e giunta negli Stati Uniti a 10 anni, diventata cittadina statunitense nel 2000. «Tornatevene da dove siete venute» aveva ringhiato Trump parlando di loro, e dimenticando evidentemente che sono tutte cittadine americane, elette regolarmente da cittadini americani dopo le elezioni di metà mandato dello scorso novembre

Trump però  continua a volare nei sondaggi (complice anche un bassissimo livello di disoccupazione) e ha alzato le spalle, mentre da giorni negli Stati Uniti infuria la polemica. E c'è chi chiede a gran voce l'impeachment. «E' ora di mettere sotto accusa questo presidente» ha ripetuto Ilhan Omar, una delle quattro deputate espressione di una società multietnica.

Il motivo della rabbia di Trump era stato di avere denunciato le pessime condizioni nei centri di detenzione per migranti che si trovano al confine con il Messico.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA