DONNE

«Le Nonne star della pasta sfoglia sotto la tutela Unesco», la proposta di Lucia Borgonzoni

Venerdì 8 Novembre 2019 di Franca Giansoldati

Sfogline, Razdore (in emiliano) o Azdore (in romagnolo) ovvero le nonne che conservano il segreto di fare la sfoglia a mano e la tramandano in famiglia, da una generazione all'altra, sono destinate a finire all'Unesco. Lo ha annunciato Lucia Borgonzoni, la candidata leghista alle regionali: «L'Emilia Romagna merita il riconoscimento dell'arte delle Sfogline come patrimonio immateriale Unesco». Il progetto di includere questa arte culinaria nel ventaglio delle attività da porre sotto tutela era già stato promosso dalla Bergonzoni quando era Sottosegretario alla cultura.

Le «rezdore» romagnole insorgono: anche noi siamo tra le nonne star che fanno la pasta

«Pronti a incontrare associazioni, ristoratori e realtà che tutelano le nostre eccellenze per provare a proporre una candidatura. Penso che le Sfogline siano la vera anima della nostra cucina, figure simbolo della  tradizione gastronomica emiliano romagnola e che - grazie all'attenzione di media e delle tante trasmissioni di cucina - abbiano assunto anche un importante ruolo nella divulgazione della qualità dei nostri prodotti e delle nostre eccellenze». 

Regionali Emilia Romagna, il papà della Borgonzoni: «Auguro ogni bene a Lucia, ma voterò Bonaccini»

 «Non dimentichiamoci che le 'rezdore' sono le prime maestre degli chef stellati. A insegnare l'arte della sfoglia a Massimo Bottura è stata la compianta Lidia Cristoni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA