In Emilia Romagna 6 donne su 10 rischiano il posto di lavoro prima o dopo la gravidanza

Domenica 1 Dicembre 2019

Sei lavoratrici su dieci nella regione Emilia-Romagna (il 65%) rischiano il posto di lavoro o prima o dopo il parto. Un dato negativo che si somma ad un'altro aspetto che fa emergere la discriminazione tra uomo e donna:  il gap degli stipendi si aggira attorno al 18%. I dati sono stati diffusi dalla Regione emiliana,  in particolare dalla consigliera regionale di parità, Sonia Alvisi, che ha fatto un bilancio della sua attività, spiegando che i casi principali sui quali si è dovuta concentrare hanno riguardato  le madri che perdono il lavoro durante la gravidanza o subito dopo».

Poliziotta incinta al concorso, più tutele e niente prove fisiche grazie alla denuncia di Mind The Gap

Per questo si sta studiando la possibilità di aperire corsi di specializzazione per avvocati in materia di discriminazioni sul lavoro, in grado di offrire supporti legale «per aiutare le lavoratrici ad affrontare le ingiustizie che emergono in tante realtà produttive».

La rete delle donne in difficoltà che si aiutano, la bellissima storia di Barbara panificatrice di Reggio Emilia

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA