Ascoli Piceno, 11 artisti per rilancire il turismo dopo il sisma: via alle selezioni di “Invasioni contemporanee”

Lunedì 22 Ottobre 2018
Le rovine di Pescara del Tronto in provincia di Ascoli Piceno
L'arte, in tutte le sue forme, per sconfiggere la paura e rilanciare il turismo nel sul delle Marche. Al via il bando di selezione di giovani creativi per "Invasioni contemporanee", progetto nato per promuovere il sistema turistico dei centri colpiti dal terremoto della provincia di Ascoli Piceno. Le zone del “cratere” diventarenno location di performance per valorizzare le bellezze del territorio e il patrimonio artistico e monumentale. Sarà anche una forma di vicinanza, una spinta in più per le popolazioni colpite dal sisma che ancora soffrono per una ricostruzione lenta.

Con un bando si selezionerà 11 creativi under 35 provenienti da tutta Italia. I linguaggi della contemporaneità per dare propulsione a un terra bellissima, dove è nata Giovanni Allevi, ma che ora è pervasa dal ricordo delle macerie e della violenza del sisma. L’iniziativa è promossa dal progetto "Invasioni contemporanee. Valorizzazione e promozione dei luoghi attraverso narrazioni innovative", realizzato insieme alla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno dal Comune di Ascoli Piceno, Melting Pro, Associazione Marchigiana Attività Teatrali, Accademia di Belle Arti di Macerata, Cotton Lab, Defloyd, Dimensione Ascoli.

«Dall’agosto 2016 la Fondazione – dice il presidente Angelo Davide Galeati – è impegnata nel sostegno e nella realizzazione di progetti che offrano alla comunità soluzioni innovative e sostenibili di rilancio. Invasioni contemporanee è a pieno titolo una di queste iniziative che promettono di contribuire, attraverso i giovani e l’arte, a valorizzare la nostra terra ed a riaccendere la curiosità ed il turismo di scoperta del Piceno».

Gli artisti avranno un ruolo fondamentale per animare i luoghi del Piceno attraverso la realizzazione di performance che fonderanno lo spazio e con le comunità territoriali, soggetti attivi dell'iniziativa. L'obiettivo è aprire una riflessione sul tema della fragilità sociale -di cui il sisma è manifestazione tangibile- e di come superarla, alla ricerca di soluzioni “anti-fragili”. Diversi i linguaggi espressivi e le competenze richieste dal bando, che riserva spazio per 4 artisti nella disciplina del teatro/danza, 4 della musica contemporanea e 3 del lighting design.

I giovani selezionati parteciperanno ad Atelier Urbani per performance innovative: da un lato i patrimoni culturali e paesaggistici saranno reinterpretati in chiave creativa, dall’altro saranno palcoscenico naturale delle performances. Per fare tutto questo, gli artisti si immergeranno nei luoghi prescelti in una full immersion per la quale è prevista una retribuzione lorda pari a 6.000 euro. Gli Atelier si concluderanno con uno spettacolo che si svolgerà presso il Teatro dei Filarmonici di Ascoli Piceno.

Per partecipare alla selezione basta scaricare l’avviso pubblico sul sito del Comune di Ascoli Piceno (www.comuneap.gov.it) e inviare la domanda entro il 2 dicembre 2018.
  Ultimo aggiornamento: 14:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Chi era Trilussa?”: cosa rispondono i ragazzi di Trastevere

di Veronica Cursi