Ancona, anziana deve operarsi
«Ripassi dopo le ferie»

Sabato 9 Agosto 2014 di Marina Verdenelli
ANCONA - Sale operatorie chiuse all'Inrca, niente medici e niente anestesisti, gli interventi chirurgici slittano a dopo Ferragosto. Disagi per l'utenza. La notizia trapela dopo che un'anziana nei giorni scorsi si è presentata all'ospedale geriatrico della Montagnola per un'operazione seria all'addome spinta dal suo medico di base che le aveva fatto fare degli accertamenti.



L'intervento, non essendo a rischio vita, non è stato effettuato. La paziente dovrà tornare dopo il 17 agosto quando le sale operatorie riapriranno dalle ferie. L'anziana è tornata a casa e lì dovrà attendere, con i dolori che il problema addominale le sta causando, che dall'Inrca la richiameranno per l'operazione.



Dal 4 al 17 agosto infatti è stata disposta la chiusura del blocco operatorio per le ferie programmate del personale medico e sanitario che tornerà attivo in pieno organico lunedì 18 agosto. Garantita per quattordici giorni solo l'attività d'urgenza. Dall'Inrca confermano la chiusura estiva che viene programmata ogni anno per garantire le ferie del personale concentrate soprattutto ad agosto.



L'attività ridotta non riguarda solo il blocco operatorio. Reparti sono stati accorpati con riduzione di posti letto e diverse attività ambulatoriali sono state sospese. Come quella della clinica Odontoiatrica, l'Inrca è convenzionata con l'ospedale di Torrette per tutto ciò che riguarda l'attività dentistica, che sospenderà il servizio da oggi fino al 15 agosto. Garantite solo le urgenze ambulatoriali per l'Urologia che chiuderà da oggi fino al 18 mentre sono state già sospese le endoscopie urologiche dal 4 di agosto. Si riprenderà il 19 agosto con gli esami specifici. Fermo anche per l'attività chirurgica della Dermatologia bloccata dal 4 agosto fino a Ferragosto. L'attività ambulatoriale, per le visite e medicazioni, sarà garantita nello stesso reparto tutto il mese ad eccezione del 14, 15 e 15 agosto. Diversi i reparti accorpati. Ultimo aggiornamento: 11 Agosto, 15:57

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani