FONDI

Sicurezza, solo tre comuni pontini ottengono i fondi per la videosorveglianza

Giovedì 15 Novembre 2018 di Stefano Cortelletti
Trentasette milioni di euro da dividere per 428 Comuni italiani per installare nuovi sistemi di videosorveglianza. Il decreto, firmato ieri dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, prevede l'erogazione dei fondi in tre anni per garantire la sicurezza specialmente nelle periferie. In provincia di Latina saranno solo tre i Comuni che beneficeranno del contributo ministeriale: l'amministrazione di San Felice Circeo si è classificata al 68esimo posto ed avrà 50mila euro su una previsione di spesa di 115mila euro. Altro Comune beneficiario dei fondi è Sabaudia, classificatasi al 232esimo posto, con uno stanziamento ministeriale di 151mila euro a fronte di un progetto che costerà 330mila euro. Infine Formia al 295esimo posto, con 100mila euro ottenuti a fronte di 202mila euro di progetto. Ad incidere su questo risultato è stata la classificazione delle tre città a elevata incidenza di criminalità e l'aver chiesto al Ministero solo la metà dei fondi necessari a per realizzare i progetti di videosorveglianza.

Il resto dei Comuni pontini non è rientrato nella graduatoria: fuori dai finanziamenti Castelforte, Maenza, Roccasecca dei Volsci, Gaeta, Itri, Sermoneta, Norma e Cisterna, tutti entro le mille posizioni. Per trovare il Comune di Latina bisogna scorrere fino alla 1.068esima posizione: l'amministrazione Coletta aveva chiesto 74mila euro per implementare la videosorveglianza nei borghi, ma a penalizzare il capoluogo è stata la mancanza di un progetto esecutivo - era stata presentata solo una relazione di fattibilità - e un esiguo importo di cofinanziamento: il 20% del costo totale, nonostante la città sia classificata a elevata incidenza di criminalità. Fuori anche Spigno Saturnia, Bassiano, Roccagorga, Pontinia, Cori, Monte San Biagio, Sezze. Non hanno presentato alcuna richiesta di finanziamento gli altri Comuni pontini, tra cui Aprilia, Fondi, Minturno e le isole.
Dei 428 Comuni collocati in graduatoria, 110 Comuni ricadono nelle Regioni del sud Italia per un importo di 16,7 milioni di euro, pari al 45% dello stanziamento complessivo. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma