Lite per i confini, minaccia il vicino e la Polizia gli ritira armi e munizioni

Venerdì 7 Agosto 2020

I poliziotti del Commissariato di Cisterna hanno provveduto a ritirare cautelativamente fucili, munizioni ed autorizzazioni al porto delle stesse ad un cittadino corese   di 58 anni.

L'uomo ha violentemente minacciato un vicino durante una lite per dei  lavori di rispristino di confini tra terreni situati nella frazione di Giulianello. «La dinamica dei fatti rimanda a quelle situazioni che risultano essere tra quelle più frequentemente ad esito violento. Per tale ragione gli agenti, informata l'autorità giudiziaria dei fatti - si legge in una nota della Questura di Latina - in ottemperanza delle direttive che impongono una rigorosa valutazione dell'assoluta affidabillità del detentore delle armi, gli agenti hanno provveduto in via d'urgenza, prima che la lite degenerasse a ritirare tutte le armi dallo stesso regolarmente possedute».

Vedi anche > Fermato per molestie a una donna: la polizia gli trova in casa balestre, machete e coltelli di tutte le misure

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA