Gaeta, la Guardia di Finanza sequestra un'imbarcazione di lusso da 500.000 euro

Gaeta, la Guardia di Finanza sequestra un'imbarcazione di lusso da 500.000 euro
2 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Maggio 2022, 11:14

Nella più vasta cornice di contrasto al fenomeno del contrabbando doganale, i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Gaeta insieme ai militari appartenenti alle componenti navale e territoriale della Guardia di Finanza del presidio Formia – Gaeta hanno individuato un’imbarcazione tipo catamarano battente bandiera Gibilterra illecitamente introdotta nel territorio doganale unionale senza aver assolto i previsti obblighi doganali.

"Le attività d’indagine - si legge in una nota della Guardia di Finanza - nascono dal monitoraggio dei natanti extra-UE ormeggiati nelle acque italiane del Golfo di Gaeta (LT) per la verifica di regolarità dei presupposti di fatto e di diritto legittimanti la presenza di imbarcazioni extra-comunitarie nel territorio unionale entro il termine massimo di 18 mesi previsto dal regime di “ammissione temporanea” – art. 217 del Codice Doganale Unionale, oltrechè per l’accertamento dei conseguenziali obblighi dichiarativi e tributari previsti in capo al proprietario del natante.

L’attività, coordinata e condivisa nel suo sviluppo dalla competente Autorità Giudiziaria, ha consentito di sequestrare un'imbarcazione del valore di circa € 500.000 in un cantiere navale a Gaeta (LT), introdotta illegalmente nel territorio doganale unionale senza aver assolto i previsti oneri doganali (IVA all’importazione).

Nei confronti del proprietario, cittadino di nazionalità israeliana, è scattata la denuncia per contrabbando doganale ai sensi degli articoli 292 e 295 T.U.L.D. oltrechè la constatazione di un’evasione di diritti doganali per un importo pari ad € 110.000.

L’operazione conferma la preziosa collaborazione tra l’Agenzia delle Dogane di Gaeta e le Fiamme Gialle Pontine nel dispositivo di contrasto alle frodi doganali perpetrate presso porti e luoghi di confine, punto privilegiato di ingresso, di uscita e di transito di mezzi, merci e persone e non avulse, quindi, a fenomeni di natura evasiva ed elusiva".

© RIPRODUZIONE RISERVATA