Formia, Romeo ucciso con un coltello di 10 centimetri, si aggrava la posizione dell'arrestato

Sabato 20 Febbraio 2021 di Sandro Gionti
1
Fiori con la foto di Romeo Bondanese sul luogo del delitto a Formia

E’ durata poco meno di tre ore l’autopsia, eseguita stamane presso l’Istituto di Medicina Legale del Policlinico Gemelli di Roma, sulla salma del 17enne studente di Formia, Romeo Bondanese, accoltellato martedì sera in pieno centro, nelle adiacenze del ponte Tallini, da un 16enne di Casapulla (Caserta), ora agli arresti domiciliari per omicidio preterintenzionale e lesioni gravi.

 

Formia, trovata in mare un'arma: forse ha ucciso il ragazzo

«Troppo vuoto, capisco le paure dei ragazzi»

E’ stato un solo fendente a recidere l’arteria femorale di Romeo e attingere anche tutti i vasi intorno, provocando la morte per dissanguamento di Romeo, avvenuta pochi minuti dopo il trasferimento all’ospedale. La lama del coltello, lunga tra gli 8 e i 10 centimetri e larga poco più di 2,3 centimetri, è entrata per dieci centimetri. Segno che non si è trattato del coltellino svizzero di pochi centimetri, ipotizzato nella prima fase delle indagini, ma di un coltello più grande e affilato che non è stato ancora trovato dagli inquirenti. Un aspetto che aggraverebbe la posizione dell’accoltellatore. Domani alle 15, intanto, si celebreranno i funerali di Romeo Bondanese nella chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista a Formia,  presieduti dall’Arcivescovo della Diocesi di Gaeta, monsignor Luigi Vari.

 

Formia, ai domiciliari lo studente accusato della morte di Romeo Bondanese

Ultimo aggiornamento: 17:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA