Zona rossa, le regole sugli spostamenti: per fare la spesa si può uscire dal proprio Comune

Zona rossa, le regole sugli spostamenti: per fare la spesa si può uscire dal proprio Comune
di Diodato Pirone
3 Minuti di Lettura
Sabato 26 Dicembre 2020, 13:43 - Ultimo aggiornamento: 21:57

Chi ha messo il naso fuori di casa in questi giorni non ha potuto non percepire quanto sia leggera la zona rossa natalizia: tutto, o quasi, è basato sul nostro autogoverno e sul nostroanche  senso di responsabilità. In questo contesto si capisce meglio la disposizione del decreto legge che governa i comportamenti collettivi in questi giorni e che consente di uscire anche al di fuori dei confini comunali per acquisti che non si possono fare nel proprio comune.

Zona arancione, cosa si può fare dal 28 al 30 dicembre: dai negozi ai bar e ristoranti

La norma, come è specificato nelle risposte alle domande più frequenti (Faq) consultabili sul sito www.governo.it, si spinge a consentire di fare acquisti in un altro comune anche per merce che si può trovare a prezzo più basso. L'unico filtro disposto dalla legge alla libertà assoluta di circolazione è la necessità di autocertificare questa esigenza. 

In parole povere si può uscire dai confini comunali per comprare qualcosa, basta specificarlo sull'autocertificazione che è obbligatorio portare con sé. 

Ecco, la chiave di questi giorni è l'autocertificazione: lo Stato si fida di quello che dichiariamo perché in realtà ci consente di largheggiare negli spostamenti. Sta a noi uscire solo per l'indispensabile e vedere poche persone fra parenti e amici. Sta al nostro senso di responsabilità limitare i contatti perché statisticamente meno contatti si hanno e meno il virus circola. Ieri in Italòia sono stati intercettati quasi 20.000 nuovi contagi, circa il 5% di queste persone finirà in ospedale. Tantissimi. Questo numero dovrebbe contare più delle autocertificazioni. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA