Bimba di 2 anni muore in ospedale dopo il vaccino esavalente: il ministro Grillo invia gli ispettori

Sabato 13 Ottobre 2018
Bimba di 2 anni muore in ospedale dopo l'esavalente: il ministro Grillo invia gli ispettori
Ispezione del ministero della Salute all'ospedale di Melfi, dove nei giorni scorsi è morta una bambina di 2 anni alla quale era appensa stato somministrato il vaccino esavalente. Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha ordinato l'invio degli ispettori per accertare la dinamica dei fatti che hanno portato nei giorni scorsi alla morte della piccina affetta da gravi patologie. Sul caso era già stata aperta l'indagine della Procura della Repubblica di Potenza ed è stata disposta l'autopsia.

LEGGI ANCHE Bimba di 2 anni muore dopo vaccino esavalente, aperta un'inchiesta: i pm dispongono l'autopsia

La bambina era affetta dalla sindrome di Dravet (una forma di epilessia, associata a disturbi dello sviluppo neurologico) e per questo veniva seguita in più centri. A coordinare gli interventi, in base a una convenzione con la Regione Basilicata, erano stati anche i sanitari dell’ospedale «Bambin Gesù» di Roma. Proprio a loro, da quanto è trapelato dall'inchiesta, si erano rivolti i genitori che chiedevano come comportarsi per il vaccino, se fosse sicuro o meno procedere.

La necessità della immunizzazione sarebbe stata confermata dai medici proprio in virtù della debolezza della bambina e, per l’operazione, avrebbero indirizzato i genitori agli Ospedali Riuniti di Foggia.

La famiglia avrebbe quindi preso appuntamento per il ricovero ma l’appuntamento sarebbe stato disdetto dalla struttura pugliese che, a quanto poi riferito, non avrebbe ravvisato la necessità di eseguire il vaccino in regime di ricovero.

Martedì la piccina assieme ai genitori si sono recati in ospedale a Melfi, dove le è stato somministrato il vaccino fornito dall’Asl. Quindici ore dopo la somministrazione è iniziata a salire la febbre e sono partite convulsioni. La bimba è stata trasferita in terapia intensiva. Ma mercoledì mattina la piccola è morta per arresto cardiaco.

Intanto sul sito americano governativo Pubmed una ricerca intitolata "Immunità alterata da vaccino" spiega che per la sindrome di Dravet la vaccinazione è l'innesco del primo attacco in circa il 50% dei casi di epilessia. La febbre rimane un "trigger", un grilletto, per le convulsioni nel corso della malattia. 

I ricercatori americani scrivono in un altro documento scientifico che studia l'effetto dei vaccini sulla malattia che  
«i nostri risultati suggeriscono che l'insorgenza di crisi precoce associata alla vaccinazione non altera il decorso della malattia, mentre il rischio di successivi attacchi associati alla vaccinazione è probabilmente specifico del vaccino». Ultimo aggiornamento: 20:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA