Andrei, morto a 27 anni: aveva un tumore al cervello, ma per i medici era malato di mente

Giovedì 17 Ottobre 2019
Andrei morto a 27 anni: aveva un tumore al cervello, ma per i medici era malato di mente

È morto ad appena 27 anni, stroncato da un tumore: Andrei Tatar combatteva da qualche anno contro una diagnosi sbagliata, una storia terribile di un ragazzo che in Romania, suo Paese di origine, era stato addirittura ricoverato in una struttura per malattie mentali, pensando che il suo disturbo fosse un problema di tipo psichiatrico.

Giorgia, la bimba con la malattia sconosciuta, assediata dai ciarlatani del web

Andrei aveva invece una metastasi al cervello: la sua storia ha commosso tutto Cinto Caomaggiore, dopo che è morto nel reparto di Oncologia dell'Ospedale Maggiore di Trieste, a causa appunto di un male che in Romania non gli era stato diagnosticato, scrive il quotidiano Il Gazzettino. La mamma, Ruxanda Maricica, che non credeva nei medici che parlavano di disturbi mentali, si è rivolta all'ospedale triestino dove è stato accertato dai medici che il giovane aveva una metastasi al cervello: ma era troppo tardi per poterlo curare efficacemente.

Martedì Andrei è morto: sua madre, che vive a Settimo dove lavora come badante e donna delle pulizie, è in forti difficoltà economiche e non aveva abbastanza denaro per poterne pagare i funerali. Così il parroco, don Carlo Conforto, alcuni amici di famiglia e l'Amministrazione comunale hanno fatto scattare una gara di solidarietà per coprire le spese, scrive sempre Il Gazzettino. I funerali sono in programma per lunedì pomeriggio alle 15.

Ultimo aggiornamento: 12:44 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma