Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Speleologa ferita recuperata da quota meno 120 metri nella grotta più profonda della Puglia Video live Mappa

Speleologa ferita bloccata a quota meno 120 metri nella grotta più profonda della Puglia Video live Mappa
3 Minuti di Lettura
Lunedì 20 Giugno 2022, 10:46 - Ultimo aggiornamento: 12:55

Bloccata a 120 metri profondità nella grotta più profonda della Puglia e portata in salvo con una lunga operazione che ha coinvolto decine di specialisti.

E' stata recuperata la speleologa infortunatasi ieri nella grotta Rotolo nel territorio di Monopoli, nel Barese. Lo rende noto il Soccorso alpino e speleologico Puglia. «I tecnici dopo aver operato ininterrottamente dalla serata di ieri, hanno consegnato - è scritto nel comunicato - Emanuela alle cure dei 118».

È stata accolta da un applauso la speleologa 41enne che verso le 12 è uscita dall'ingresso della grotta grazie all'opera di esperti giunti già ieri sera da tre regioni, Puglia, Basilicata e Campania. La donna era imbracata ma non in barella, con il braccio ferito fasciato e appariva in buone condizioni. «E' stata una grande emozione - commenta il presidente Gianni Grassi - vederla riemergere dalle viscere della terra dopo 26 ore lunghe e durissime per i 40 tra sanitari e i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico che hanno dato tutto per questo straordinario risultato».

«Si tratta della grotta più profonda dalla Puglia - spiega il presidente regionale del Soccorso alpino e speleologico, Gianni Grassi - e il gruppo aveva circa 700 metri fatti di molti passaggi stretti e tortuosi». Il punto dove la 41enne si è ferita, intorno alle 18 di ieri quando poi sono stati allertati i soccorsi, «si trova a una profondità di 120 metri - spiega - e la risalita in barella è particolarmente difficile».

Video e notizie dal sito Scintilena.com

Il gruppo di soccorso, composto da 21 persone, aveva percorso in dieci ore circa la metà del percorso «e adesso si trova a 90 metri di profondità, ma hanno già superato i passaggi più critici, perché la parte finale di circa 3-400 metri è tutta verticale».

Quando la donna è caduta, gli altri del gruppo sono risaliti e una persona è rimasta con lei fino all'arrivo dei soccoritori che hanno stabilizzato e imbarellato l'infortunata, cominciando la risalita all'interno della grotta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA