REDDITO DI CITTADINANZA

Reddito di cittadinanza, ai ladri il giudice toglie l'assegno

Giovedì 7 Novembre 2019
Reddito di cittadinanza, ai ladri il giudice toglie l'assegno

Reddito di cittadinanza, ai ladri il giudice toglie l'assegno: sono stati arrestati per furto di cavi di rame dal nastro trasportatore della centrale Enel di Brindisi e per due di loro il giudice che ha convalidato l'arresto ha disposto anche la sospensione dell'erogazione del reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza, contrabbandieri e falsi poveri tra i beneficiari: 15 casi tra Bergamo, Frosinone e Palermo

Reddito di cittadinanza, oltre un milione di domande: in testa la Campania e la Sicilia
 

È accaduto a Brindisi dove nei giorni scorsi i carabinieri hanno colto in flagranza quattro persone: Alessandro Coluccello, Tonino Ferrari, Salvatore Vitasevic e Roberto Galluzzo. Il valore della refurtiva ammonta, secondo le stime, attorno ai 30mila euro.

Il giudice Angelo Zizzari, dinanzi al quale si è celebrata la prima udienza del processo per direttissima, ha convalidato l'arresto e ha poi rimesso tutti in libertà gli indagati sottoponendoli ad obbligo di firma. Per due degli imputati, Ferrari e Vitasevic, ai sensi del decreto legge del gennaio 2019, è stata disposta la sospensione del reddito di cittadinanza.

Ultimo aggiornamento: 14:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma