Prof schiaffeggia studente durante la lezione: l'alunno era seduto in modo scomposto

Sabato 18 Gennaio 2020
2
Prof schiaffeggia studente durante la lezione, i genitori chiamano i carabinieri: l'alunno era seduto in modo scomposto

Un insegnate dell'istituto alberghiero Saffi di Firenze ha schiaffeggiato uno studente di 14 anni durante la lezione di cucina. L'alunno sarebbe stato colpito perchè stava seduto al proprio banco in modo scomposto, in una posizione giudicata poco rispettosa e consona al decoro scolastico. L'episodio, che i carabinieri stanno ancora ricostruendo nei dettagli, risale a ieri mattina, come riferiscono le cronache locali. Il docente, 60 anni, ha più volte redarguito lo studente, contestandogli di non tenere un comportamento corretto in classe. Il 14enne avrebbe alzato un braccio per stirarsi e a quel punto il professore avrebbe invitato lo studente ad alzare anche l'altro braccio e poi gli avrebbe dato un manrovescio.

Studente lancia sedia contro il prof, l'uomo viene trovato morto a casa dopo cinque giorni

Dopo l'accaduto il ragazzo ha subito avvisato il padre e la madre («Il prof mi ha picchiato, venite subito») che si sono subito precipitati a scuola allertando i carabinieri: sul posto sono intervenuti i militari della stazione di Campo di Marte. Il ragazzo è stato accompagnato dai familiari al pronto soccorso, riportando tre giorni di prognosi. I genitori si sono riservati di sporgere denuncia: il reato ipotizzato - abuso dei mezzi di correzione, procedibile anche d'ufficio - prevede pene fino a 6 mesi di reclusione. Da parte sua la dirigente scolastica Francesca Lascialfari, che ha ricevuto la segnalazione de genitori del 14enne, ha informato l'ufficio scolastico regionale della Toscana e ha inviato un'indagine interna.

Ultimo aggiornamento: 13:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma