NADIA TOFFA

Nadia Toffa, un murales la ricorda a Taranto: un mese fa la scomparsa

Mercoledì 18 Settembre 2019
Nadia Toffa, un murales la ricorda a Taranto: un mese fa la scomparsa

Nadia Toffa sui muri di Taranto: il murales che le rende omaggio è apparso al quartiere Salinella. Il murales è comparso in fase di ultimazione: Nadia Toffa, cittadina onoraria di Taranto, è morta un mese fa per un male incurabile. Così, i tarantini hanno voluto rendere omaggio alla giornalista scomparsa, conduttrice de Le Iene su Italia1 e che più volte ha raccontato e denunciato i problemi della città, a partire dall'inquinamento.

Nadia Toffa, Barbara D'Urso la ricorda a Pomeriggio 5: «Grazie per quel nomignolo che mi davi»
Nadia Toffa, Federica Panicucci in lacrime la ricorda a Mattino 5: «Ancora non ci credo»

Sulla pagina Facebook de «Le Iene» sono state pubblicate tre foto che ritraggono l'artista al lavoro per realizzare il dipinto sulla parete di un palazzo di via Lago di Monticchio, accompagnate dalla frase «Grazie Taranto». Intanto, sono state raccolte decine di migliaia di firme dalla petizione online, attiva sulla piattaforma Change.Org, per intitolare il reparto oncoematologico pediatrico dell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto a Nadia Toffa, a cui il 14 gennaio scorso era stata assegnata la cittadinanza onoraria di Taranto.
 


Un riconoscimento «per le sue battaglie - è detto nella motivazione - in difesa della salute dei tarantini, e dei bambini in particolare modo, salute costantemente minacciata dall'inquinamento del polo siderurgico». Nadia Toffa era stata testimonial della campagna di vendita solidale delle magliette con la scritta 'Ie jesche pacce pe tè (io esco pazzo per te) ideata dagli amici del Mini Bar del rione Tamburi, il più esposto alle emissioni dello stabilimento siderurgico, attraverso la quale era stata raccolta la somma di oltre 500mila euro, somme servita anche per l'assunzione di una pediatra nel reparto oncoematologico.

Ultimo aggiornamento: 19:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma