Mascherine, via all'aperto da domani. Brusaferro: «Pronti a rimetterle se i contagi saliranno»

Mascherine, via all'aperto da domani. Brusaferro: «Pronti a rimetterle se i contagi saliranno»
4 Minuti di Lettura
Domenica 27 Giugno 2021, 11:26 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno, 09:50

Da domani 28 giugno cade l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto. Con un grande "ma", sottolineato più volte dal governo e dal Comitato tecnico scientifico. Andranno infatti sempre portate con sé nelle uscite, perché ci sono ancora dei luoghi e delle situazioni nelle quali sono ancora necessarie. Non un via libera totale, quindi, ma un allentamento di una restrizione con tutte le accortezze del caso. Anche perché, se i contagi dovessero risalire, le mascherine potrebbero ritornare obbligatorie. «Abbiamo solo 11 casi per 100mila abitanti in 7 giorni a livello nazionale - ha detto il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro a La Repubblica - ma il monitoraggio ci consente di capire come evolve la situazione e semmai intervenire, anche reintroducendo misure». A preoccupare è soprattutto la variante Delta, i cui contagi stanno salendo, specialmente in alcune regioni

Mascherine, cade obbligo da lunedì ma non per tutti: ecco dove bisognerà continuare a metterla

Lazio, D'Amato: «La guardia resti alta»

«Da domani abbassiamo le mascherine all'aperto, è un segnale positivo, ricominciamo dopo un anno e mezzo a conquistare spazi di normalità. Ma non dobbiamo smettere di stare attenti, la guardia deve sempre rimanere alta», ha detto l'assessore regionale Sanità del Lazio, Alessio D'Amato. «La nostra è la prima regione italiana per numero di immunizzati sulla popolazione e in questo momento nella regione abbiamo un calo dell'incidenza pari a 12,83 ogni 100mila abitanti, stiamo riconvertendo i posti letto Covid, liberando le terapie intensive e assistiamo a un continuo miglioramento di tutti i parametri - sottolinea l'assessore -. Tutto questo è merito di una campagna vaccinale che prosegue spedita, oggi siamo oltre i 5 milioni di somministrazioni e quasi 2 milioni di cittadini hanno concluso il ciclo vaccinale, per l'8 agosto il 70% della popolazione del Lazio sarà immunizzata. Ma questo risultato è anche frutto dell'attenzione e dell'osservanza delle regole da parte dei cittadini che hanno mostrato un senso civico encomiabile. Il mio invito è di non perdere di vista l'obiettivo, ovvero sconfiggere il Covid e di continuare a rispettare le regole di distanziamento, igiene e anche dell'uso della mascherina dove la situazione lo richiede, portatele sempre dietro. Uniti usciremo da questo periodo così duro».

Mascherine, dove bisogna continuare a indossarle 

Il dispositivo di protezione personale non finirà quindi nel cassetto. Ciò significa che gli italiani dovranno continuare a tenere la mascherina in tasca o al braccio quando escono dalla propria abitazione. E dovranno indossarla in tutti i casi in cui, anche all'aperto, ci saranno «rischi di assembramento» e non sarà perciò garantito il distanziamento. Ciò varrà anche per i luoghi della movida. La mascherina resterà obbligatoria inoltre in tutti i luoghi aperti al pubblico, come uffici, negozi, centri commerciali, bar, ristoranti, autobus, etc. E dovrà essere indossata anche quando si va a un concerto, a un evento sportivo, a uno spettacolo, a una fiera o a un parco di divertimento. Pure in quelli all'aperto, per i quali resteranno validi i protocolli fissati dal Cts. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA