Gay Center insieme a Unar contro il razzismo

Venerdì 20 Marzo 2020 di Roberta Savona
Gay Center lancia la campagna a sostegno della XVI Settimana d'Azione contro il Razzismo, promossa da UNAR

In tempi di Coronavirus, in cui il contatto tra gli esseri umani è un miraggio, il bacio è il più proibito dei desideri. La forza di un gesto che spesso diamo per scontato, si amplifica ed aumenta il suo raggio d'azione, divenendo ancor più convincente, in grado così di indurci ad una riflessione. La campagna #LoStessoBacio, creata da Gay Center in tempi non sospetti, quando ancora sfiorarsi la mano non significava mettere a rischio la propria salute, oggi assume una doppia valenza. Non solo ci mostra il bacio nel suo significato più semplice, ma lo rafforza, invitandoci a pensare al domani, al momento in cui tornare ad abbracciarsi sarà cosa vera e non un agognato pensiero. Così, su sei vignette dalle tinte accese, lui bacia lui e poi c'è lei che bacia l'altra. E ancora, lui bacia lei che in origine era un lui. Provenienze diverse, culture differenti, percorsi mutati nel tempo, ma ad unirci tutti come sempre è l'amore, di cui il bacio è espressione per antonomasia. Un auspicio, perché dopo l'emergenza coronavirus, si possa riprendere a vivere normalmente.
 
Un bacio, lo stesso per tutti, per dire basta alle discriminazioni e per combattere il razzismo con un gesto gentile. È proprio il bacio ad esser protagonista nella campagna di Gay Center, realizzata per la sedicesima Settimana d'Azione contro il Razzismo promossa e ideata da UNAR. Anche se le nostre attenzioni sono rivolte altrove, causa Covid19, è importante ricordare questa iniziativa. Per il progetto, che fa parte delle attività finalizzate al contrasto delle discriminazioni etnico-razziali, l'associazione LGBTQ+ di cui è portavoce Fabrizio Marrazzo, ha lanciato in rete una campagna di sensibilizzazione che vede coppie di lesbiche, gay, bisessuali e trans di differenti etnie, protagoniste di sei vignette guidate dall'hashtag #LoStessoBacio.
 
«Questa campagna, ideata prima dell'emergenza sul Coronavirus, oggi oltre alla lotta al razzismo, aggiunge anche un messaggio di speranza. Infatti, le immagini riprendono i sei colori dell'arcobaleno, che speriamo di vedere presto», dichiara Fabrizio Marrazzo dalla sede del Gay Center, dove continua illustrando la proposta - «Il progetto prevede oltre la diffusione della campagna, anche una serie di incontri con testimonial ed esperti contro il razzismo, lanciati in diretta tramite la pagina instagram della nostra associazione. Collaborano all'iniziativa anche Arcigay Roma, Differenza Lesbica ed Azione Trans».
 
 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA