CORONAVIRUS

Coronavirus Veneto, Zaia: «Oggi 9 vittime. Posizione di Fontana è legittima, pronti il 4 maggio»

Giovedì 16 Aprile 2020
Coronavirus Veneto, Zaia: «Oggi 9 vittime. Posizione di Fontana è legittima, pronti il 4 maggio»

Coronavirus, in Veneto oggi si contano 9 vittime in più di ieri. Sono 10.800 i casi attualmente positivi, 106 più di ieri. Il dato è però influenzato dal numero di tamponi effettuati, che aumenta sempre di più. Sono 3.209 i guariti (negativizzati virologici). E sono attualmente 13.902 (16.958 ieri) le persone in isolamento fiduciario, ben 3.050 meno di ieri. Il governatore Luca Zaia, dopo aver ha presentato i nuovi dati su contagio e vittime, ha commentato i numeri positivi che dicono che il virus sta attenuando la sua portata, ma ha messo in guardia i cittadini: «È ancora fra noi, portate le mascherine sempre, sono indispensabili. E andate il meno possibile negli ospedali senza motivo, lì, per quanto siano puliti, si annidano virus e batteri». E poi parla del 4 maggio, quella è per il presidente Zaia la dead line per la ripartenza. E proprio per essere pronti, la Regione Veneto sta preparando un protocollo con le aziende e le parti sociali per stabilire regole precise di sicurezza. Normative a parte verranno invece studiate per il comparto turistico, fortissimo settore in Veneto. Una buona notizia arriva invece dal mondo della ricerca: un farmaco efficace per il trattamento del tumore della prostata funziona anche contro il Coronavirus. La scoperta è dei ricercatori di Padova.

Coronavirus, velista bloccato con famiglia nel mare delle Bahamas: «Non so quanto dureremo»

Imprese e Covid, prestiti fino a 25.000 euro: primi bonifici da lunedì. Ecco come ottenerli
 

Zaia: «Posizione di Fontana è legittima, basata su provvedimenti che vuole adottare». «La proposta del presidente della Lombardia Fontana è legittima perchè è stata fatta in base ai provvedimenti che vuole adottare, ma al di là delle posizioni di ogni Regione, ci sarà un ombrello nazionale basato sull'accordo tra Ministero della sanità e parti sociali. Da lì ogni Regione potrà sol o elevare  il livello di sicurezza con altre misure». Lo ha detto il presidente del Veneto, Luca Zaia nel consueto punto stampa. «Perché il tema di oggi è: tenere chiuso tutto in fino all'ultimo caso di coronavirus e far morire tutta l'economia del Paese oppure convivere con il virus come peraltro è avvenuto anche a Wuhan - ha ammonito Zaia -. Ovviamente prima ci dovranno essere gli indirizzi del mondo scientifico, che sono già stati discussi. Noi in Veneto abbiamo già discusso il nostro masterplan con le regole per la riapertura e domani lo presenteremo alle parti sociali e alle associazioni datoriali per il loro contributo».
 

 
 

 

 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA