ULTIMA ORA

Treviso, bimbo schiacciato dal cancello di casa: «Tommy è morto per un bullone mancante»

Mercoledì 5 Agosto 2020
1
Treviso, bambino schiacciato dal cancello di casa: «Il piccolo Tommaso morto per un bullone mancante»

Morire a soli 4 anni per un bullone mancante. Sarebbe questo il motivo per cui ha perso la vita il piccolo Tommaso Tiveron, bambino di Dosson di Casier, nel trevigiano, schiacciato dal cancello di casa mentre giocava in cortile. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, da quel cancello della villetta di via IV Novembre mancava il bullone che ne permetteva la chiusura. Per questo si sarebbe staccato dalla base travolgendo il piccolo Tommy. I funerali del bambino sono previsti per oggi. 

LEGGI ANCHE Treviso, morto a 4 anni travolto dal cancello di casa, lo strazio dei genitori: «Tommy non c'è più»

Sulle cause dell'incidente avvenuto la sera del 29 luglio scorso, sta cercando di fare luce il sostituto procuratore Davide Romanelli. Si indaga sul motivo per cui quel bullone fosse assente. Per il momento la procura di Treviso ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per omicidio colposo. La domanda a cui trovare risposta è se quel bullone mancasse fin dal principio oppure è stato rimosso deliberatamente da qualcuno. Per capirlo, il procuratore ha disposto il sequestro del cancello e ha affidato ulteriori accertamenti tecnici ai carainieri e ai vigili del fuoco. 

LEGGI ANCHE La morte del piccolo Liam, papà e nonna svengono al funerale

Il funerale del piccolo Tommaso si è tenuto in mattinata, al termine della cerimonia la salma raggiungerà il crematorio di Treviso. Il bambino era stato sottoposto la notte dell'incidente a un delicato intervento di neurochirurgia alla testa dopo aver riportato lesioni gravissime.  La tragedia ha colpito la famiglia di uno dei più noti acconciatori del paese. Padre e madre si trovavano nel giardino della loro villetta, che si trova nelle vicinanze dello storico parco di villa de Reali. Con loro i due figli piccoli, il minore di appena due anni e il più grande, di quattro, che giocava in cortile, riparato dalla strada grazie al grande cancello scorrevole che cinge il giardino di casa. Gli è arrivato vicino e lì si trovava quando, in un attimo, il gigante metallico è piombato a terra. Un cedimento, partito dalla base, che ha fatto precipitare la struttura proprio addosso allo sfortunato bambino.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA